• GreenStyle
  • Attualità
  • Botti di Capodanno, a Napoli diossina come quella di 120 inceneritori in un anno

Botti di Capodanno, a Napoli diossina come quella di 120 inceneritori in un anno

Botti di Capodanno, a Napoli  diossina come quella di 120 inceneritori in un anno

Fonte immagine: Pexels

Allarme inquinamento da botti di Capodanno, nella zona di Napoli percentuali di diossina nell’aria come quelle create da 120 inceneritori in un anno.

I Botti di Capodanno sono una fonte spaventosa di inquinamento da diossina, polveri sottili, metalli. Un reportage del Corriere della Sera infatti racconta come questa tradizionale attività per salutare l’anno nuovo sia inutile e dannosa non solo per gli animali (tantissime le campagne a salvaguardi dei cani) ma anche per l’ambiente. Una delle città simbolo dei botti a Capodanno è sicuramente Napoli e proprio nella zona metropolitana campana ogni anno si svolge un vero disastro ambientale infatti la diossina rilasciata dai botti nell’aria è pari a quella di 120 inceneritori in un anno. La stima è stata fatta analizzando le emissioni di diossina da Posillipo e Capo di Sorrento nel Capodanno 2005.

Fortunatamente, da 6 anni ormai, non si contano più morti per i botti ma anche nei telegiornali del 1° Gennaio abbiamo sentito di tanti feriti di cui due molto gravi, una tradizione molto pericolosa che forse dovrebbe esser rivista. Da qualche anno molti animalisti si battono per l’eliminazione dei botti o per la sostuituzione con soluzioni più silenziose che non diano fastidio agli animali domestici che ogni anno sono costretti a vivere questo forte stress. Il Wwf ricorda che ogni anno più di 5000 animali selvatici – soprattutto uccelli – muoiono per il rumore dei botti.

In molte città i Sindaci hanno firmato direttive anti-botti che sono state completamente disattese mentre gli spettacoli laser che sostituiscono quelli pirotecnici hanno accolto il favore di molti.

Viste tutte le controindicazioni che hanno i botti viene da chiedersi se sia una tradizione ancora utile?

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be