• GreenStyle
  • Consumi
  • Bonus Verde 2020: come funziona la detrazione del 36% e requisiti

Bonus Verde 2020: come funziona la detrazione del 36% e requisiti

Bonus Verde 2020: come funziona la detrazione del 36% e requisiti

Fonte immagine: Istock

Il bonus verde 2020 è confermato: diretto a tutti quelli devono ristrutturare giardini, terrazzi o balconi (anche condominiali).

Buone notizie all’orizzonte: il bonus verde 2020 è confermato. Chiunque vorrà avviare dei lavori su balcone, giardino o terrazzo a partire dal 1 gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020 avrà diritto ad una detrazione fiscale pari al 36%: un incentivo importante per chiunque abbia a cuore il desiderio di occuparsi di ambienti esterni. Di seguito una serie di accorgimenti da seguire per poterlo sfruttare nel migliore dei modi.

Bonus Verde 2020: come funziona?

Bonus verde 2020: cosa devi sapere

Iniziamo con il dire che il limite massimo dell’importo detraibile è di 5000 euro (in questo caso si potranno recuperare in dichiarazione 1800 euro, ossia il 36% di 5000). Lo stesso limite è fissato anche per le ristrutturazioni che riguardano giardini o terrazzi condominiali. Il tempo di giacenza è 10 anni: il periodo in cui verrà riconosciuta, a partire dal momento in cui sono iniziate le spese per i lavori e a quote fisse. Ogni persona può sommare le spese sostenute per più immobili ottenendo di conseguenza per ognuno le agevolazioni autorizzate: tutto, però, deve essere tracciabile.

I lavori per i quali si può accedere al bonus sono:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni;
  • impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi;
  • riqualificazione di prati;
  • grandi potature;
  • fornitura di piante ed arbusti (ma solo se inserite in un più ampio lavoro di trasformazione del giardino);
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Per richiederlo, invece, è sufficiente presentare i seguenti documenti:

  • le fatture rilasciate dall’azienda che effettua i lavori
  • le documentazioni relative ai pagamenti tracciabili effettuati, che vanno allegate alla dichiarazione dei redditi.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli