Bonus Bici: in arrivo il raddoppio dei fondi, l’app ancora no

Bonus Bici: in arrivo il raddoppio dei fondi, l’app ancora no

In arrivo di nuovi fondi per il Bonus Bici, afferma il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, mentre le associazioni temono i ritardi nel lancio dell'app.

I fondi disponibili per il Bonus Bici potrebbero presto raddoppiare. Ad annunciarlo è il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che afferma l’intenzione del governo di integrare i 120 milioni di euro già annunciati, inclusi nel Bonus Mobilità, con ulteriori 70.

Il Ministro dell’Ambiente è intervenuto giovedì in un “question time” al Senato. Durante il suo intervento Sergio Costa ha auspicato inoltre che il Parlamento possa stanziare ulteriori 50 milioni di euro a beneficio del Bonus Bici.

Mentre il provvedimento attende ancora il via libera delle Camere si fanno strada alcuni dubbi legati all’avvio dell’app. Attraverso la nuova applicazione Web verranno gestite le pratiche di richiesta degli incentivi, sia per gli acquisti già effettuati che per quelli che verranno gestiti direttamente sulla piattaforma.

A preoccupare sono soprattutto le tempistiche. Molti sono gli acquisti di biciclette e monopattini già effettuati nei negozi, con il rilascio della regolare fattura (necessaria per richiedere il bonus). Si teme ora non soltanto un “click day”, durante il quale i fondi andranno in fumo in brevissimo tempo, ma anche l’insufficienza di tali misure.

Senza l’entrata in funzione dell’app mancano informazioni fondamentali secondo Piero Nigrelli, direttore settore ciclo Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori). Tra queste il numero delle richieste effettuate e il volume di fondi già utilizzato:

Non essendo ancora entrato in funzione il portale del Ministero dell’Ambiente sul quale registrarsi e poter chiedere l’incentivo di un acquisto fatto, noi non sappiamo quante sono le richieste di incentivo e quanto di questo fondo è stato speso e impegnato o utilizzato.

I cittadini sono andati in negozio o nei centri della grande distribuzione e hanno acquistato una bicicletta richiedendo la fattura. Pronti ad utilizzarla il giorno in cui il portale del ministero dell’Ambiente entrerà in funzione.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle