Bombardier Primove: il bus elettrico che si ricarica senza fili

Bombardier Primove: il bus elettrico che si ricarica senza fili

Bombardier si prepara a sperimentare in Italia, a Savona, il suo Primove, bus elettrico dotato di sistema di ricarica senza fili.

Dovrebbe essere Savona la città scelta per i test di Primove, il nuovo bus elettrico di Bombardier che si annuncia come un mezzo molto interessante, potenzialmente in grado di aprire una nuova strada nel settore del trasporto pubblico eco-compatibile.

Al momento Bombardier, che possiede uno stabilimento a Vado Ligure, sta sperimentando questo esclusivo brevetto in Germania, ma si attende una gara pubblica a Savona per riuscire a sperimentare anche in Italia questo innovativo autobus elettrico che, secondo quanto spiegato dall’amministratore delegato di Bombardier Italia, Luigi Corradi:

Non cambia le abitudini di guida né i tempi di percorrenza, ma riduce consumi, emissioni ambientali e inquinamento acustico.

Il bus elettrico wireless di Bombardier, si basa sulla ricarica senza fili, sfruttando il passaggio della corrente per induzione.

Per accumulare energia al veicolo basta sostare su delle apposite piastre sistemate nei punti di sosta presenti ai capolinea, senza la necessità di collegare manualmente il cavo come avviene invece per altri veicoli elettrici.

L’autobus è inoltre dotato di un pacco batteria ultraleggero che non aggrava eccessivamente il peso complessivo rispetto ai mezzi pubblici tradizionali, risultando, a detta di Bombardier, la soluzione ideale per una mobilità del futuro in cui verranno azzerati sia l’inquinamento ambientale che quello acustico.

Seguici anche sui canali social