Bolsonaro attacca DiCaprio: ha pagato per bruciare l’Amazzonia

Bolsonaro attacca DiCaprio: ha pagato per bruciare l’Amazzonia

Fonte immagine: Wikipedia

Bolsonaro prosegue la sua campagna contro le ONG attaccando Leonardo DiCaprio, accusato di finanziare gli incendi in Amazzonia.

Jair Bolsonaro ha accusato Leonardo DiCaprio di aver finanziato le ONG che stanno causando gli incendi in Amazzonia. Il presidente brasiliano prosegue i suoi attacchi verso le organizzazioni non governative estendendo la sua invettiva contro l’attore hollywoodiano, “reo” di aver stanziato dei fondi in seguito ai roghi della scorsa estate. Un gesto che secondo Bolsonaro avrebbe alimentato ulteriori eventi criminali.

Non lasciano molto all’interpretazione le dichiarazioni rese da Bolsonaro durante una diretta Facebook, in merito agli incendi in Amazzonia, e riportate da Folha de S. Paulo:

Questo Leonardo DiCaprio è uno figo, no? Dare soldi perchè l’Amazzonia venga data alle fiamme.

Secondo il presidente brasiliano DiCaprio avrebbe aderito, attraverso le sue donazioni, a un complotto per danneggiare il Brasile. Con un chiaro riferimento all’arresto dei quattro volontari dell’ONG “Projeto Saúde e Alegria“, poi rilasciati, Bolsonaro ha affermato:

Che cosa fanno le ONG? Qual’è la cosa più facile? Incendiare la foresta. Scattano foto, girano video, una campagna contro il Brasile, si mettono in contatto con Leonardo DiCaprio e lui dà il denaro.

Una parte del denaro è andato alle persone che stavano provocando gli incendi. Leonardo DiCaprio sta contribuendo agli incendi in Amazzonia.

A rincarare la dose ci ha pensato, alcune ore più tardi, il terzo figlio del presidente e politico brasiliano Eduardo Bolsonaro. Secondo il deputato federale DiCaprio avrebbe fornito, con la complicità del WWF, circa 300mila dollari all’ONG che incendiano l’Amazzonia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche