• GreenStyle
  • Auto
  • BMW i3: niente addio nel 2020, ma nuova versione più competitiva

BMW i3: niente addio nel 2020, ma nuova versione più competitiva

BMW i3: niente addio nel 2020, ma nuova versione più competitiva

Fonte immagine: BMW

La produzione della BMW i3 durerà ancora a lungo e l'auto elettrica tedesca sarà pure aggiornata a livello di batteria e di tecnologia.

La BMW i3 debuttò nel luglio del 2013 e all’epoca era considerata un vero e proprio concentrato di tecnologia e di innovazione, merito soprattutto della sua scocca in fibra di carbonio. A distanza di anni questo modello di auto elettrica, costantemente aggiornato con pacchi batteria con capacità crescenti, continua a trovare i favori del pubblico tanto da essere una delle auto a batteria più desiderate. Sino a poche settimane fa sembrava però che la storia della BMW i3 stesse per volgere al termine.

Il costruttore tedesco aveva dichiarato che non c’era più spazio per la BMW i3 nei suoi piani elettrici, che prevedono il lancio di diversi modelli elettrificati nei prossimi anni. La fine della produzione sembrava attesa per il 2020 e in cantiere non c’era alcun modello che potesse succederli.

Pochi giorni fa la svolta. Il nuovo amministratore delegato di BMW Oliver Zipse ha fatto sapere che la BMW i3 non solo continuerà a sopravvivere e quindi a essere prodotta, ma che sarà addirittura aggiornata per renderla più competitiva.

Zipse ha sottolineato che l’auto elettrica oggi è una vera e propria icona, un grande successo visto che questo modello è in commercio da appena 6 anni. Auto che oggi è più richiesta che mai e che otterrà un miglioramento sia nella batteria che nella tecnologia. Un’auto elettrica che per BMW ha ancora molto potenziale da esprimere.

Oggi la BMW i3 può disporre di un pacco batteria da 120 Ah, cioè da 42,2 kWh, in grado di garantire circa 260 Km di autonomia reale (sino a 310 Km secondo l’omologazione WLTP). In futuro arriverà dunque un pacco batteria maggiorato che dovrebbe garantire un’autonomia superiore a quella di oggi, già sufficiente per molti utilizzi. Inoltre arriveranno alcuni aggiornamenti tecnici, anche se non è ben chiaro a cosa il numero uno di BMW si riferisse, lecito pensare a novità sul fronte dei sistemi di ausilio alla guida.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

BMW i8, il test