• GreenStyle
  • Auto
  • BMW i Hydrogen NEXT, la casa tedesca rilancia la mobilità a idrogeno

BMW i Hydrogen NEXT, la casa tedesca rilancia la mobilità a idrogeno

BMW i Hydrogen NEXT, la casa tedesca rilancia la mobilità a idrogeno

Fonte immagine: BMW

BMW punta sulle auto ad idrogeno: al salone di Francoforte ha portato la BMW i Hydrogen NEXT che arriverà nel 2022.

BMW non sta lavorando solo su veicoli elettrificati. Il costruttore tedesco pensa che la mobilità del futuro possa evolversi verso altre diverse soluzioni di guida, in grado di poter rispondere a un po’ tutte le necessità. Ecco perchè BMW ha deciso di portare al Salone di Francoforte la BMW i Hydrogen NEXT, sostanzialmente una versione a idrogeno del suo SUV BMW X5. Secondo al casa bavarese i veicoli a idrogeno rappresentano un’importante alternativa a quelli caratterizzati dalla sola motorizzazione elettrica. Un nuovo modello che va a sottolineare nuovamente l’impegno del costruttore di puntare a una futura mobilità a emissioni zero.

La BMW i Hydrogen NEXT offre un primo assaggio di quello che il costruttore tedesco ha in mente per questa categoria di veicoli. La timeline è fissata per il 2022 quando BMW i Hydrogen NEXT debutterà ufficialmente anche se sarà prodotta in pochi esemplari. Il vero obiettivo è però per il 2025 quando la casa bavarese lancerà una nuova flotta di veicoli a idrogeno. Questa data è comunque provvisoria. BMW ha evidenziato che molto dipenderà dalle esigenze di mercato.

Per quanto concerne la BMW i Hydrogen NEXT, il design è molto simile a quello del SUV BMW X5 anche se con alcune modifiche già viste in altri modelli a zero emissioni del costruttore. In particolare le modifiche più marcate sono nella parte anteriore, dove le prese d’aria sono state modificate e dove spicca il caratteristico motivo BMW i Blue sul cofano. Modifiche anche ai cerchi. Rimossi ovviamente i terminali di scarico.

BMW crede molto in questa tecnologia che potrebbe sulla carta rivoluzionare la modalità. L’idrogeno è un combustibile potenzialmente illimitato visto che si trova comunemente in natura ed è assolutamente non inquinante visto che le auto a idrogeno espellono solamente acqua. Queste auto utilizzano come fonte di alimentazione delle pile a combustibile che trasformano l’idrogeno in energia che viene utilizzata per far funzionare un motore elettrico.

Una tecnologia che permette di sfruttare i vantaggi delle auto elettriche e di azzerare le loro limitazioni visto che un pieno si fa in una manciata di minuti. Il vero problema delle auto ad idrogeno, oggi, è la rete di distributori che è sostanzialmente quasi inesistente. In Italia esiste un solo distributore, a Bolzano, anche se presto ne apriranno altri due: uno a Venezia e uno a Milano.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Andrea Bertaglio