Batterio killer: tutta colpa del Biologico?

Batterio killer: tutta colpa del Biologico?

Accuse pesanti nei confronti del settore biologico. L'epidemia di Escherichia Coli dimostrerebbe la poca sicurezza sanitaria. Ma sono davvero più sicuri concimi e pesticidi chimici?

Accuse pesanti nei confronti del “biologico”. Il professor Silvio Garattini, direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche ‘Mario Negri’, non le manda certo a dire, individuando in questo settore – per altro in continua crescita ed espansione – il vero responsabile dell’epidemia di Escherichia Coli che sta terrorizzando l’Europa:

Questi prodotti biologici, che si giovano solo di sostanze naturali, si arrogano meriti spesso indebiti.

Ci si può chiedere se l’infezione sarebbe avvenuta, se invece di usare il letame si fossero utilizzati concimi chimici e se non sarebbe prudente – con le dovute precauzioni e nei casi in cui sia necessario – non disdegnare l’impiego di qualche pesticida.

Insomma, quella dell’affidabilità dei prodotti alimentari biologici sarebbe una leggenda alimentata da disinformazione e discorsi poco accurati scientificamente:

In realtà molti di questi giudizi sono autoreferenziali, perché nessuno ha mai fatto seri confronti per stabilire come stiano le cose.

Resta da chiedersi quale sia in media il danno sanitario dei prodotti chimici “difesi” da Garattini. Quante sostanze cancerogene o allergeniche sono contenute negli alimenti cosiddetti “normali” e quali danni producono ogni anno alla nostra salute? Senza parlare dell’impatto ambientale devastante dei suddetti “pesticidi”.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

SANA 2016: intervista a Lucio Cavazzoni – Alce Nero