• GreenStyle
  • Attualità
  • Batterio killer degli ulivi: soluzione alla xylella arriva da ricercatore barese

Batterio killer degli ulivi: soluzione alla xylella arriva da ricercatore barese

Batterio killer degli ulivi: soluzione alla xylella arriva da ricercatore barese

Fonte immagine: pixabay

Arriva uno strumento per sconfiggere la xylella, la scoperta è stata realizzata da un ricercatore pugliese.

Contro la sputacchina, insetto responsabile del pericolo xylella, batterio che sta minacciando la salute degli ulivi pugliesi, arriva l’idea di Alessandro Massaro.

Premiato come top young engineer dell’anno dal Consiglio nazionale degli Ingegneri (Cni) e da Federmanager giovani, il 44enne di Conversano, dove ha sede il suo istituto di ricerca Dyrecta lab, ha ideato una macchina capace di tenere alla larga gli effetti dannosi della sputacchina sugli ulivi.

Il prototipo, che già esiste ed è stato brevettato a fine 2018, è realizzato insieme all’Università di Bari. Si tratta di un macchinario, utilizzato durante il processo di trattamento delle piante, capace di distruggere le uova dell’insetto vettore, che ha dato ottimi risultati già dalle fasi di sperimentazione. Dai test effettuati è emerso che il 99% delle uova depositate vengono eliminate grazie a questo metodo.

Il ricercatore barese è un esempio di “cervello” che ha scelto di non fuggire dal sud del Paese, e con questo riconoscimento viene premiato il suo approccio di ricerca nel settore industriale.  Tra i suoi studi più importanti, oltre a questo sulla xylella, anche uno sugli acquedotti pugliesi, tra i meno efficienti del panorama nazionale, dove Massaro ha messo a punto un nuovo metodo per il monitoraggio.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista a Tessa Gelisio