• GreenStyle
  • Energia
  • Batterie per fotovoltaico e auto elettriche: il futuro è nel vetro super sottile

Batterie per fotovoltaico e auto elettriche: il futuro è nel vetro super sottile

Batterie per fotovoltaico e auto elettriche: il futuro è nel vetro super sottile

I ricercatori della Penn State hanno messo a punto dei film di vetro supersottile da impiegare nello stoccaggio dell'energia sia per le auto elettriche che per gli impianti eolici e solari

Vetri super sottili che conservano l’energia: è questa una delle linee di ricerca più battute nel campo dei sistemi di stoccaggio energetico. Così anche alla Penn State University, dove alcuni ricercatori hanno messo a punto un film di vetro super sottile da applicare in campo automobilistico, per rendere i veicoli ecologici più efficienti e affidabili.

L’accumulo dell’energia, infatti, è per il settore delle auto elettriche uno degli ostacoli principali alla piena commercializzazione di questi veicoli: gli attuali condensatori polimerici in commercio, che convertono l’energia della batteria, hanno bisogno di sistemi di raffreddamento a hoc, spesso ingombranti e costosi.

I vetri creati dai tecnici della Penn State, che hanno testato varie composizioni e spessori, misurano 10 micrometri, presentano un’elevata efficienza nel processo di carica e possono resistere a temperature fino a 180 gradi Celsius. I ricercatori della Penn State hanno spiegato in un comunicato:

Il vetri sottili e flessibili per i display sono tecnologie che troviamo già ampiamente in commercio. Crearne di ancora più sottili, circa un decimo dello spessore di un display attuale, permetterà di usarli per immagazzinare energia ad alta temperatura e impiegarli per applicazioni a potenza elevata, come i sistemi elettronici delle auto, i generatori eolici, il fotovoltaico connesso alla rete, o in campo aerospaziale e geotermico.

I vetri testati sono stati comparati con i vetri tradizionali, misurandone le prestazioni a condizioni estreme e verificando che i vetri supersottili fossero più efficienti e più stabili. Una volta creato un rotolo di film avvolgibile, formato che abbassa i costi complessivi delle operazioni, i ricercatori hanno ricoperto il vetro con polimeri ad alta temperatura che aumentano la densità energetica di 2,25 volte rispetto al vetro non trattato.

I film di vetro supersottile potrebbero essere la chiave che renderà più accessibili e sicure le auto elettriche: allo stesso tempo, potrebbero essere impiegati nello stoccaggio di energia pulita prodotta da eolico e solare.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia