• GreenStyle
  • Salute
  • Batteri sui mezzi pubblici non sono pericolosi secondo studio

Batteri sui mezzi pubblici non sono pericolosi secondo studio

Batteri sui mezzi pubblici non sono pericolosi secondo studio

Un'analisi dell'Harvard University ha scoperto che i batteri che si annidano sulle superfici dei mezzi pubblici sono in gran parte innocui per l'uomo.

I mezzi pubblici cittadini, frequentati ogni giorno da migliaia di persone, pullulano di batteri, ma la maggior parte è innocua. A scoprirlo sono stati i ricercatori dell’Università di Harvard nel corso di uno studio volto a individuare le superfici in cui si annidano maggiormente i batteri e i ceppi più diffusi sui mezzi pubblici. L’équipe della Harvard T.H. Chan School of Public Health ha effettuato dei test sulla metro di Boston pubblicando i risultati sulla rivista mSystems.

I ricercatori, armati di tamponi, hanno prelevato decine di campioni da diverse superfici della metro, scoprendo una concentrazione più elevata di microbi sulle maniglie e sulle colonnine di sostegno, sui sedili e sui touchscreen utilizzati dai passeggeri per acquistare i biglietti.

Dallo studio è emerso che la metropolitana è popolata da migliaia di miliardi di microbi. La maggioranza però non è pericolosa per l’uomo. Una scoperta rassicurante che ha colto di sorpresa i ricercatori, come ha spiegato il dottor Curtis Huttenhower, uno degli autori dello studio:

I microbi che abbiamo prelevato dalle superfici con cui vengono a contatto e su cui spesso starnutiscono e tossiscono i viaggiatori hanno una percentuale bassa di agenti patogeni e di geni resistenti agli antibiotici.

I biologi hanno individuato su tutte le superfici microbi che si trasmettono tramite il contatto con la pelle umana, in particolare firmicutes, proteobatteri e attinomiceti. I livelli di batteri intestinali e del cavo orale come i lachnospiraceae, i veillonella e i prevotella, sono invece risultati bassi. Sui sedili sono stati trovati perlopiù batteri vaginali, trasferiti dagli indumenti.

Lo studio dimostra che prendere i mezzi pubblici, spesso considerati luoghi sporchi e focolai di malattie, non comporta rischi gravi per la salute.

I ricercatori hanno scoperto che l’intestino umano è un ambiente ben più virulento della metropolitana e che toccare le superfici dei mezzi pubblici espone ai batteri quanto una semplice stretta di mano:

L’analisi dei campioni ci ha lasciato di stucco. Anche i test più approfonditi non hanno rilevato nulla di insolito o pericoloso. Questo dimostra che a esclusione di periodi particolari, come la stagione influenzale, i microbi presenti sui mezzi pubblici più affollati non destano preoccupazione.

I dati raccolti dagli studiosi verranno usati come valori norma per rilevare più facilmente livelli anomali di batteri causati da un focolaio di influenza o da un aumento della resistenza agli antibiotici.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social