Batteri mangia plastica tossica scoperti da alcuni ricercatori tedeschi

Batteri mangia plastica tossica scoperti da alcuni ricercatori tedeschi

Scoperto da alcuni ricercatori tedeschi un batterio che distrugge il poliuretano, un particolare tipo di plastica.

Scoperto da alcuni ricercatori tedeschi un batterio capace di attaccare il poliuretano, un materiale plastico altamente tossico in natura e scarsamente riciclato. Nonostante questa sostanza sia in grado di uccidere quasi tutti i batteri che entrano in contatto con le sue polveri, gli studiosi dell’Helmholtz Centre for Environmental Research-UFZ di Lipsia affermano di aver trovato una specie capace di aggredire anche il poliuretano.

A guidare lo studio sui batteri mangia plastica il Prof. Hermann Heipieper, secondo il quale il batterio individuato apparterrebbe a un particolare ceppo di “Pseudomonas bacteria“. Ha dichiarato il ricercatore dell’Helmholtz Centre for Environmental Research-UFZ di Lipsia:

Abbiamo scoperto che i batteri possono usare questi composti come fonte unica di carbonio, azoto ed energia.

Ulteriori ricerche saranno necessarie, ha concluso Heipieper, affinché l’uomo possa comprendere del tutto il funzionamento del processo che porta alla “digestione” del poliuretano, così da poterlo replicare per soluzioni di riciclo che minimizzino l’impatto ambientale:

La scomposizione di certi tipi di poliuretano possono rilasciare additivi tossici, che devono essere maneggiati con cautela. Questo gruppo di ricerca ha scoperto un ceppo che può fermare tali sostanze chimiche. Mentre c’è ancora molto lavoro da fare, questi risultati sono eccitanti e dimostrano che le potenzialità del guardare alla natura per trovare validi biocatalizzatori.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente