• GreenStyle
  • Consumi
  • Bandiere arancioni 2020: aumentano le eccellenze tra i borghi italiani

Bandiere arancioni 2020: aumentano le eccellenze tra i borghi italiani

Bandiere arancioni 2020: aumentano le eccellenze tra i borghi italiani

Fonte immagine: iStock

Altre 5 località d'Italia si uniscono alle Bandiere arancioni nominate dal Touring Club Italiano, ecco quali sono le nuove eccellenze.

Cresce il numero di borghi italiani inseriti tra le Bandiere arancioni del Touring Club Italiano. IL TCI ha annunciato l’ingresso di cinque nuove località, situate in altrettante Regioni d’Italia. Si tratta di Introd, Valeggio sul Mincio, Levico Terme, Roccamandolfi e Castelmezzano.

La Valle d’Aosta ospita una delle nuove Bandiere arancioni, più precisamente Introd. Questo borgo è situato ai piedi del Parco Nazionale del Gran Paradiso, e secondo il TCI si rivela “ideale per trekking e gite in mountain-bike, e in inverno per passeggiate con le ciaspole”.

Valeggio sul Mincio è situato in Veneto, nei pressi del confine con la Lombardia e a sud del lago di Garda. Un borgo che unisce un grande fascino naturalistico alla bellezza del Castello Scaligero e all’affascinante atmosfera medievale. Si trova in Provincia di Verona.

Levico Terme si trova nella Provincia Autonoma di Trento, in Trentino Alto Adige. Un borgo a vocazione termale che offre diverse possibilità agli amanti del trekking, delle passeggiate all’aperto (anche in bici) e delle vecchie botteghe artigiane.

Roccamandolfi si trova in Molise, Provincia di Isernia. Alla Riserva Naturale del Torrente Callora si uniscono un centro storico pittoresco, escursioni e passeggiate all’aperto e un passaggio avventuroso sul Ponte Tibetano sospeso nel vuoto.

Quinta “new entry” di quest’anno tra le Bandiere arancioni è Castelmezzano, Provincia di Potenza, in Basilicata. A spiccare sono il Parco Naturale Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane e il centro storico d’epoca medievale.

Bandiere arancioni, i motivi della scelta

Località che insieme alle altre già riconosciute negli anni passati (in totale ora sono 252) rappresentano dei luoghi speciali. A sostenerlo lo stesso Touring Club Italiano:

Dove la qualità dell’accoglienza, la sostenibilità ambientale, la tutela del patrimonio artistico e culturale si uniscono per regalare un’esperienza di viaggio autentica. Sono piccoli centri che accolgono i viaggiatori grazie a comunità ospitali che, con impegno ed entusiasmo, mantengono vive le tradizioni, tutelano il patrimonio locale e animano i territori attraverso l’organizzazione di eventi e manifestazioni.

Fonte: Touring Club Italiano

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle