Bacche di Goji: possibili controindicazioni

Bacche di Goji: possibili controindicazioni

Delle bacche di Goji si sente sempre parlar bene, e in effetti sono un vero toccasana. Possono presentarsi però degli effetti collaterali.

Considerate una fonte di eterna giovinezza, le bacche di Goji , caratterizzate da un vivido colore rosso-arancio, sono apprezzate in tutto il mondo come cibo straordinario per la salute. Tuttavia, accanto ai potenziali benefici, esistono anche alcuni effetti collaterali collegati soprattutto al consumo eccessivo di queste bacche.

Queste rosse bacche sono state consumate dai Tibetani e dai Cinesi per secoli proprio in virtù delle loro proprietà medicinali, e di recente hanno cominciato a catturare l’attenzione di tutto il mondo per il loro presunto contributo alla longevità umana. Se assunte con moderazione, non dovrebbero comportare effetti collaterali gravi, mentre, se se ne abusa, possono comparire conseguenze tendenzialmente negative.

Effetti collaterali delle bacche di Goji

  • Chi è allergico al polline dovrebbe evitare di mangiare queste bacche, o comunque dovrebbe consultare prima un medico. Gli effetti collaterali includono difficoltà respiratoria, nausea e vertigini.
  • Le bacche di Goji contengono un alcaloide chiamato atropina. Un eccesso di atropina può causare vomito, problemi visivi, secchezza delle fauci e confusione.
  • Molti effetti collaterali delle bacche di Goji o del loro succo derivano dall’interazione con alcuni farmaci. La corteccia della radice di Goji può interagire, ad esempio, con i farmaci contro la pressione alta, causando effetti collaterali anche molto gravi. Uno tra i più gravi è un calo anomalo della pressione. Allo stesso modo, nei soggetti che assumono farmaci per il diabete, la corteccia della radice di goji può ridurre il livello di zuccheri nel sangue, causando svenimenti e/o mancamenti. Oltre ai farmaci per la pressione alta e il diabete, queste bacche possono anche interagire con alcuni principi anticoagulanti, aumentando il rischio di sanguinamento. In questi casi occorre prendere delle precauzioni adeguate.
  • Le bacche di Goji hanno un alto contenuto di selenio, che è un oligoelemento essenziale per il corpo ma, in rari casi, dosi molto elevate di selenio possono portare a problemi nel feto nelle donne incinte, possono ridurre la fertilità femminile e possono creare problemi nervosi e gastrointestinali.

Dunque, per quanto le bacche di Goji siano realmente un concentrato di antiossidanti e fitonutrienti ottimi per la salute generale e il benessere, è fondamentale trattenersi dall’impulso di mangiarne troppe, convinti magari di poter beneficiare di più o più velocemente delle qualità di questo cibo. Altrettanto importante è consultare un medico esperto per evitare eventuali effetti collaterali.

Per saperne di più ecco un video dedicato alle Bacche di Goji.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi insoliti del limone