Avvolge il cane nello scotch e lo calcia: arrestato

Avvolge il cane nello scotch e lo calcia: arrestato

Fonte immagine: Pexels

Avvolge il suo cane nello scotch e lo colpisce con un calcio, per realizzare un video virale sui social network: l'uomo è stato arrestato.

Ha avvolto il suo cane nello scotch, per poi colpirlo con un violento calcio. È questo l’ultimo gesto crudele che proviene dagli Stati Uniti, dove un uomo è stato arrestato per maltrattamento di animali. E a stupire è soprattutto la motivazione del gesto: realizzare un video virale per i social network.

Il violento episodio è avvenuto a Heuvelton, nello stato di New York, mentre il filmato è circolato rapidamente a livello internazionale sulle piattaforme social.

Cane e calci: i fatti

Il tutto è avvenuto qualche giorno fa, quando un video è improvvisamente apparso sui social network, trovando una diffusione virale su tutte le piattaforme. Nel filmato, si nota un giovane uomo che, armato di nastro isolante argentato, blocca le zampe del suo cane. L’esemplare in questione è un quadrupede di razza Pit Bull, spaventato per quanto sta accadendo.

Immobilizzato il cane, il ragazzo compie un piccolo salto per colpire il quadrupede con entrambi i piedi, scaraventando l’animale a oltre un metro di distanza. L’intera scena è stata ripresa con uno smartphone, allo scopo di condividere il filmato sulle principali piattaforme social.

L’identificazione e l’arresto

La bravata virale è però durata poco. Un utente di Hammond, sempre nello stato di New York, aveva notato il video condiviso su Facebook. Indignato per l’accaduto, di primo acchito ha pensato si trattasse di un filmato proveniente dall’estero, da un Paese dove le leggi sulla tutela degli animali sono più lasche rispetto agli Stati Uniti. Dopo qualche giorno, però, l’uomo ha ricevuto lo stesso filmato sul suo smartphone, condiviso tramite un’applicazione di messaggistica, e dalla conversazione con altri utenti è emerso come il colpevole del maltrattamento abitasse nelle vicinanze.

Così gli utenti si sono immediatamente attivati per allertare le forze dell’ordine. Dopo poche ore la polizia è stata in grado di identificare il responsabile: gli agenti hanno sottoposto ad arresto sia il protagonista del video, un giovane trentenne, che il complice ventiduenne delle riprese.

L’emittente locale 7 News è riuscita a entrare in contatto con alcuni vicini di casa dei giovani, i quali hanno sottolineato come il cane – chiamato Roscoe – non abbia mai manifestato comportamenti aggressivi o insoliti. L’esemplare è estremamente pacifico e socievole e, forse proprio per questa ragione, non ha reagito al maltrattamento subito.

Fonte: WWNYTV

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…