Automobili elettriche: tutti i modelli sul mercato

Automobili elettriche: tutti i modelli sul mercato

Elenco completo delle auto elettriche più economiche attualmente in commercio: scopri quali sono.

Le automobili elettriche rappresentano il futuro del trasporto privato secondo molti osservatori. Si tratta di veicoli molto validi dal punto di vista ecologico, confortevoli e caratterizzati dalla capacità di assicurare zero emissioni allo scarico, in quanto la propulsione è affidata interamente a un motore elettrico senza alcun ausilio di un tradizionale propulsore alimentato a combustibili fossili (fanno eccezione le vetture elettriche autonomia estesa di cui parleremo in seguito).

Vantaggi delle auto elettriche

I mezzi di trasporto elettrici hanno tra i loro punti di forza l’elasticità del propulsore, con la forza motrice disponibile fin da zero giri al minuto, a differenza di quanto avviene con i motori benzina e diesel, e il comfort di marcia, che beneficia a livello acustico dell’eccellente silenziosità assicurata dal motore elettrico, il quale emette un ronzio quasi impercepibile dall’abitacolo facendo viaggiare i passeggeri nel silenzio più assoluto, disturbati al massimo da qualche fruscio aerodinamico indipendente dal tipo di propulsione o dal rumore del rotolamento degli pneumatici.

Su questi mezzi di trasporto l’energia elettrica viene conservata in batterie ricaricabili (solitamente agli ioni di litio, ma alcuni modelli prevedono batterie di tipo NiCd o NiMH) posizionate in punti della vettura scelti dai costruttori con grande attenzione per non inficiare l’abitabilità o la capacità di carico. Un limite delle batterie attuali è l’autonomia di marcia consentita con una sola ricarica, che per un’auto “full electric” è effettivamente limitata rispetto ai modelli a benzina e diesel, un aspetto che ha portato negli anni a vedere questo tipo di vetture come adatto essenzialmente per spostamenti di raggio ridotto, relegandole spesso, e forse anche un po’ ingiustamente, al ruolo di auto adatte per muoversi agevolmente in città, precludendo così l’impiego della propulsione elettrica su vetture di categoria superiore e berline di taglia media o di fascia alta che hanno proprio nei grandi viaggi il loro terreno d’utilizzo ideale.

Limitazioni dei veicoli elettrici

Proprio per risolvere il problema della limitata autonomia di marcia, alcuni costruttori hanno introdotto sul mercato dei modelli definiti “auto elettriche ad autonomia estesa”. Queste vetture hanno un sistema di propulsione fondamentalmente identico agli altri mezzi elettrici, dato che la forza motrice scaricata sulle ruote deriva esclusivamente dal motore elettrico, ma differiscono da questi per il fatto di avere a bordo anche un propulsore alimentato con combustibili fossili, esattamente come avviene sui veicoli ibridi.

Si tratta di una tecnologia simile (tanto che, a rigore di logica, un’elettrica ad autonomia estesa rientra nella categoria delle ibride) a quest’ultima, ma con la fondamentale differenza che, nel caso di un’elettrica “extended range“, l’unità a combustione interna non serve per fornire potenza alla vettura, ma si occupa solo di fungere da generatore di corrente ricaricando la batteria ed estendendo così la durata della sua carica, con un conseguente aumento dell’autonomia.

Un altro problema che ha limitato l’adozione su larga scala delle auto elettriche è il costo delle batterie, un problema che fino a qualche anno fa aveva dei riflessi non indifferenti sul listino di questi modelli, facendo aumentare il prezzo di vendita a un punto tale da rendere poco convieniente l’acquisto di un modello elettrico rispetto a un’auto “tradizionale”.

Il progresso, in questo senso, è stato sensibile e l’arrivo sul mercato negli ultimi anni di batterie più compatte, efficienti e soprattutto più economiche, ha consentito e sempre di più consentirà in futuro di far diventare l’auto elettrica un’alternativa credibile e realmente conveniente per gli automobilisti, sia dal punto di vista economico che da quello ambientale, soprattutto se l’energia utilizzata per le ricariche arriva da una delle moderne “centrali intelligenti” o da fonti rinnovabili.

Le automobili elettriche in vendita sul mercato italiano

    • Renault Fluence Z.E, la versione elettrica della “world car” francese, che offre comfort e spazio a zero emissioni con potenza da 95 cavalli. Prezzi a partire da 27.200 euro;

Renault Fluence

    • Citroen C-Zero, citycar dotata dello stesso propulsore da 67 cavalli della “cugina” iOn, offerta con un listino a partire da 28.231 euro;
    • Peugeot iOn, citycar elettrica da 67 cavalli offerta a partire da 28.318 euro;

Peugeot iOn

    • Mitsubishi iMiEV, compatta elettrica per la città proposta dal costruttore giapponese a partire da 36.803 euro;

Mitsubishi i-MiEV

    • Nissan Leaf, compatta due volumi eletta Auto dell’Anno 2011 in Giappone e spinta da un motore elettrico sincrono trifase con potenza di 109 cavalli. A listino da 38.500 euro;

Nissan Leaf

    • Chevrolet Volt, elettrica ad autonomia estesa, eletta Auto dell’Anno 2012 insieme alla “sorella” Opel Ampera, disponibile da 43.350 euro;
    • Opel Ampera, l’elettrica ad autonomia estesa sorella della Chevrolet Volt sul mercato da 45.500 euro;
    • Tesla Roadster, la sportiva elettrica ad alte prestazioni eroga ben 288 cavalli e 370 Nm di coppia, per un listino che parte da 101.821 euro;

Tesla Roadster

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Test drive Nissan Leaf 2018 Vallelunga