Auto elettriche uguale meno CO2? Per l’Eta è falso

Auto elettriche uguale meno CO2? Per l’Eta è falso

Non tutti sono convinti che di per sé la sostituzione delle auto tradizionali con vetture elettriche sia la panacea al problema delle emissioni. L’associazione britannica ETA (Environmental Transport Association) per esempio si è iscritta a questo club di dubbiosi. Il suo parere è che il passaggio alla mobilità elettrica può essere benefico per l’ambiente a […]

Non tutti sono convinti che di per sé la sostituzione delle auto tradizionali con vetture elettriche sia la panacea al problema delle emissioni. L’associazione britannica ETA (Environmental Transport Association) per esempio si è iscritta a questo club di dubbiosi.

Il suo parere è che il passaggio alla mobilità elettrica può essere benefico per l’ambiente a condizione che venga cambiato il modo in cui si produce l’elettricità. Queste affermazioni si basano sulla disamina critica contenuta in uno studio, appena pubblicato, del gruppo Transport & Environment.

Il report evidenzia come le lacune contenute nella legislazione comunitaria potrebbero determinare un paradossale effetto di aumento delle emissioni di CO2 insieme ad un incremento dell’uso di petrolio.

Per esempio nel regime normativo europeo i veicoli elettrici sono considerati a “zero emissioni” non tenendo conto del fatto che l’elettricità utilizzata potrebbe provenire da fonti fossili altamente emissive. D’altra parte il compromesso sui supercrediti ha permesso ai produttori di trovare una scappatoia per continuare a vendere vetture ad alto spreco di carburante.

Infine, una crescita incontrollata dell’elettrico potrebbe mettere a dura prova la capacità della rete nazionale di far fronte alla domanda causando il ricorso a fossili e nucleare.

Secondo gli estensori del rapporto l’Unione europea deve trovare la maniera di assicurare che l’aumento della domanda di energia elettrica sia generata attraverso fonti rinnovabili. Per questo motivo si suggerisce l’introduzione di tecnologia “smart meter” per misurare la quantità di elettricità consumata e dare garanzie sulla sua provenienza.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Stefano Ciafani – Legambiente