• GreenStyle
  • Auto
  • Auto elettriche: Nissan in vetta alle vendite in Italia nel 2018

Auto elettriche: Nissan in vetta alle vendite in Italia nel 2018

Auto elettriche: Nissan in vetta alle vendite in Italia nel 2018

Fonte immagine: assente

Nissan si conferma in vetta alle vendite di auto elettriche anche in Italia secondo i dati pubblicati dalla casa automobilistica giapponese.

Numeri record per Nissan in Italia sul fronte auto elettriche. La casa automobilistica giapponese ha venduto nella Penisola 1002 veicoli 100% elettrici, nel periodo gennaio-agosto 2018, con una crescita del 72% rispetto all’anno precedente e una quota di mercato corrispondente pari al 29%. A guidare l’avanzata del gigante asiatico è la nuova Nissan Leaf, che entro i confini italiani è stata venduta per 880 esemplari, segnando il 28% della quota di mercato (+131% rispetto al periodo gennaio-agosto 2017).

Positivo il bilancio Nissan anche per quanto riguarda il comparto commerciale, nel quale spicca il buon andamento delle vendite di Nissan e-NV200. Sono 122 in questo caso gli esemplari venduti in Italia, a rappresentare il 36% della quota di mercato corrispondente. Grazie ai recenti risultati la casa automobilistica giapponese porta a 3.439 il numero dei veicoli 100% elettrici consegnati entro i confini italiani.

Altro fattore in crescita per Nissan è quello delle colonnine di ricarica rapida presenti sul territorio italiani. Soltanto nei primi otto mesi del 2018 le installazioni Nissan hanno portato a 45 nuove colonnine di ricarica rapida CHAdeMO in Italia, portando a 119 il totale di punti in forza alla rete di infrastrutture Nissan (pari al 74% della quota mercato totale).

Nissan ha saluto nei giorni scorsi anche il completamento da parte di Nissan Leaf di un viaggio intercontinentale che ha visto l’elettrica giapponese partire dalla città polacca di Zakopane alla volta di Tokyo. Lungo il percorso, nell’ambito del progetto #NoTraceExpedition, la zero emission nipponica ha toccato Lituania, Bielorussia, Russia, Mongolia, Cina e Corea del Sud.

Seguici anche sui canali social