• GreenStyle
  • Auto
  • Auto elettriche, Ford: stazioni di ricarica la chiave del successo

Auto elettriche, Ford: stazioni di ricarica la chiave del successo

Auto elettriche, Ford: stazioni di ricarica la chiave del successo

Fonte immagine: Ford

Ford sta sviluppando uno speciale algoritmo che permetterà di individuare i luoghi migliori per installare i punti di ricarica.

Quando si parla di auto elettriche molte persone pensano subito al problema della ricarica. La preoccupazione di non trovare una colonnina disponibile è sicuramente uno dei problemi maggiori per chi pensa di abbracciare la mobilità elettrica. Ford ha capito il problema è sta lavorando per risolverlo, utilizzando i big data per identificare i luoghi migliori dove far installare nuovi punti di ricarica rapida.

Gli sviluppatori della casa automobilistica americana hanno messo a punto uno speciale algoritmo, sfruttando i dati raccolti in oltre 1 milione di chilometri di guida, per individuare i luoghi di ricarica e aiutare le persone ad integrare i punti di ricarica all’interno delle loro attività abituali senza che sia necessario doversi recare appositamente verso un punto di ricarica.

Per esempio, analizzando l’area metropolitana di Greater London il team di Ford ha compreso che collocando alcuni punti di ricarica in pochi, ma strategici luoghi si andrebbe a migliorare sensibilmente l’accesso alla ricarica.

Tale problematica è stata affrontata da Ford all’interno del Ford City Data Solutions Report, pubblicato nel dicembre 2018, presentato dal Team di Ford Smart Mobility in occasione del Financial Times Future of Transport di Londra. Trattasi di un rapporto cui il costruttore ha sintetizzato i risultati ottenuti dall’analisi di una flotta di oltre 160 veicoli commerciali che sono stati studiati per 15.000 giorni e che hanno percorso oltre 1 milione di chilometri.

Partendo da questi dati Ford ha creato l’algoritmo che permette di identificare i punti di ricarica più strategici. Da evidenziare che i veicoli analizzati non sono elettrici, ma secondo Ford questo non è importante perché è stato possibile capire il loro funzionamento e prevedere la loro capacità di accedere ai punti di ricarica come se lo fossero.

Monitorando il loro utilizzo tipico Ford ha potuto identificare le modalità in cui la ricarica poteva essere integrata all’interno dei normali viaggi, specialmente per le imprese i cui conducenti effettuano più fermate, ad esempio per le attività di consegna. Il costruttore americano adotterà questo approccio anche in altre città per aiutare le amministrazioni cittadine a pianificare la creazione delle infrastrutture per le auto elettriche.

Contestualmente, Ford, sempre a Londra, ha analizzato il comportamento di 20 Transit Custom Plug-In Hybrid (PHEV), scoprendo che vengono utilizzati in modalità completamente elettrica per il 35% del tempo. Il team di ricerca ha notato che tale percentuale aumentava con l’avvicinarsi alle aree più centrali della città.

Durante l’analisi delle abitudini di movimento dei 20 Transit Custom Plug-In Hybrid (PHEV) non sono state utilizzate colonnine pubbliche per la ricarica. Ford ha scoperto, infatti, che i veicoli venivano ricaricati a casa o sul posto di lavoro.

Lo studio ha rilevato anche che in media i veicoli iniziavano la giornata con solo il 45% di carica. Dato che sottolinea il valore aggiunto che l’inserimento di stazioni di ricarica, posizionate sui loro percorsi abituali, potrebbe rappresentare. In precedenza Ford aveva annunciato come i big data avrebbero potuto contribuire anche a rendere le città più sicure, determinando le aree “più critiche” dove sarebbe più probabile il verificarsi di un incidente.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ford C-MAX Solar Energi al CES 2014