• GreenStyle
  • Auto
  • Auto elettriche causeranno la perdita di 75.000 posti di lavoro in Germania

Auto elettriche causeranno la perdita di 75.000 posti di lavoro in Germania

Auto elettriche causeranno la perdita di 75.000 posti di lavoro in Germania

Fonte immagine: Pexels

Luci e ombre per le auto elettriche in Germania, la loro produzione potrebbe causare un consistente taglio di posti di lavoro nell'industri automobilistica tedesca.

Le auto elettriche favoriranno minori emissioni e inquinamento acustico, ma il passaggio alla mobilità pulita non porterà soltanto vantaggi, a rischio infatti ci saranno ben 75.000 posti di lavoro solo in Germania. A dare l’allarme è uno studio realizzato da IG Metall, il Sindacato Industriale dei Metallurgici tedesco, che getta un’ombra sull’industria dell’auto tedesca qualora avvenisse un deciso passaggio alla produzione di vetture elettriche. Secondo il sindacato entro il 2030 i lavoratori impegnati nella realizzazione dei propulsori delle auto endotermiche verranno impattati sensibilmente. La spiegazione è presto detta: i propulsori delle auto elettriche hanno appena un sesto dei componenti di un motore a combustione e possono essere assemblati molto più velocemente di quelli delle auto tradizionali, con un guadagno del 30% circa nei tempi di costruzione. Minori componenti da assemblare richiederebbero di conseguenza anche meno forza lavoro da impiegare nella produzione.

I sindacati sono arrivati a queste conclusioni analizzando i dati forniti da Daimler, BMW, Volkswagen, Bosch, ZF, Schaeffler, dunque si tratta di una previsione sostenuta da evidenze rese note dai nomi più influenti dell’industria dell’auto tedesca.

Secondo Joerg Hofmann, capo del sindacato IG Metall:

“I politici e l’industria devono mettere in campo delle strategie per governare questa trasformazione. Le società devono impegnarsi in delle riconversioni della forza lavoro per poter lavorare sulle nuove tecnologie, mentre i politici devono elaborare una politica industriale e occupazionale che tenga conto dei cambiamenti in atto”.

La stima dei 75.000 posti di lavoro persi nell’industria dell’auto tedesca deriva dalla previsione che nel 2030 il 25% delle auto saranno elettriche, 15% ibride e il 60% a benzina e diesel. Nel caso vi fosse un’accelerazione nell’adozione delle auto elettriche questa previsione diventerebbe ancora più negativa e i posti di lavoro a rischio potrebbero essere addirittura 100.000.

Seguici anche sui canali social