• GreenStyle
  • Auto
  • Auto elettriche: autonomia migliorata grazie agli ioni di fluoruro

Auto elettriche: autonomia migliorata grazie agli ioni di fluoruro

Auto elettriche: autonomia migliorata grazie agli ioni di fluoruro

Uno studio apre alla batterie agli ioni di fluoruro sulle auto elettriche al posto di quelle al litio: più autonomia, peso e ingombri ridotti.

Insieme al peso, al costo e all’ingombro delle batterie, l’autonomia è al momento uno dei limiti più grossi delle auto elettriche. Si tratta di ostacoli destinati ad essere superati nel corso degli anni grazie ai progressi tecnologici, come ad esempio quelli presentati in uno studio congiunto dell’Honda Research Institute, del Jet Propulsion Laboratory della Nasa e del California Institute of Technology.

La ricerca su cui si sono concentrati gli scienziati punta a sostituire le batterie agli ioni di litio presenti sui veicoli odierni con le più efficienti batterie agli ioni di fluoruro, ovvero una tecnologia già conosciuta da tempo, ma che finora è non è stata sfruttabile sulle automobili.

I pacchi batteria agli ioni fluoruro si sono scontrati finora con problemi di temperatura, in quanto il loro funzionamento richiede un ambiente operativo di almeno 300 gradi centigradi. Si è trattato quindi di condizioni d’uso lontanissime dalle temperature raggiungibili a bordo di un veicolo, ma i progressi di Honda, NASA e CalTech potrebbero presto rivoluzionare lo scenario.

I tecnici al lavoro su questo progetto sono riusciti a creare un elettrolita liquido fluorurato a temperatura ambiente e un catodo trifluoruro di rame-lantanio capaci di agire insieme creando una cella. A sparire, rispetto alle batterie agli ioni di fluoruro tradizionali, dovrebbe essere l’elettrolita a sale fuso, ovvero il componente che richiede temperature troppo alte per poter funzionare su una vettura.

La ricerca non è ancora terminata e dovrà affrontare ora la fase di verifica necessaria a capire se il nuovo tipo di cella assicuri le prestazioni e l’affidabilità desiderate. Se la tecnologia si rivelerà vincente e pronta per l’industrializzazione nei prossimi anni potrebbero arrivare sul mercato delle batterie agli ioni di fluoruro caratterizzate da dimensioni compatte e al tempo stesso da una maggiore densità energetica.

Proprio la densità è la qualità più interessante, in quanto dovrebbe consentire di immagazzinare fino a 10 volte l’energia contenuta nelle batterie al litio, con evidenti vantaggi in termini di autonomia di viaggio sulle auto elettriche che ne faranno uso.

Seguici anche sui canali social