• GreenStyle
  • Auto
  • Auto fuel cell: un nuovo catalizzatore ridurrà i costi

Auto fuel cell: un nuovo catalizzatore ridurrà i costi

Auto fuel cell: un nuovo catalizzatore ridurrà i costi

Le auto a idrogeno potrebbero beneficiare di nuovi catodi privi di rivestimento metallico, una soluzione che consentirebbe di abbassare il prezzo di questi modelli.

Una soluzione per abbattere i costi delle auto a celle a combustibile potrebbe arrivare dalla Corea del Sud, dove un gruppo di ricercatori, in collaborazione con la Case Western University e la University of North Texas, è al lavoro sulla messa a punto di un catalizzatore “economico” che potrebbe essere utilizzato al posto del platino, materiale tanto prezioso quanto costoso.

Secondo gli scienziati, nella reazione chimica che consente il funzionamento delle fuel cell può essere impiegato un catodo rivestito con nanoparticelle di grafene bordato con iodio, una soluzione che si è dimostrata efficiente e in grado di generare il 33% di energia in più rispetto a un più tradizionale catodo rivestito in platino come quelli utilizzati finora in questo tipo di vetture.

>> Leggi come le nuove batterie per auto elettriche potrebbero durare 27 anni

I catalizzatori privi di metallo sono stati definiti convenienti e scalabili da Liming Dai, professore della Case Western, nonché uno degli autori dello studio, anche se, oltre ai vantaggi di natura tecnica, ci potrebbe essere un positivo influsso sul prezzo dei modelli a idrogeno, che attualmente sono frenati non poco dagli alti costi di produzione che rendono i listini praticamente inaccessibili per la maggior parte degli automobilisti.

La soluzione sarà ovviamente oggetto di perfezionamenti nel prossimo futuro e necessiterà ancora di alcune migliorie prima di vedere, eventualmente, una sua adozione sul mercato. Quel che appare invece come una possibilità più concreta è l’idea di puntare sul metanolo al posto dell’idrogeno come combustibile per i mezzi di trasporto fuel cell, anche se, fanno notare diversi addetti ai lavori, rimarrebbe qualche difficoltà tecnica per quanto riguarda lo stoccaggio e la creazione di una rete di rifornimento basata su questo tipo di carburante alternativo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche