Australian Open: gare sospese per il fumo degli incendi

Australian Open: gare sospese per il fumo degli incendi

Fonte immagine: JanaAu / Pixabay

Gli incendi in Australia stanno sconvolgendo i piani degli Australian Open: diversi tennisti con crisi respiratorie durante le gare.

Il fumo degli incendi in Australia ha sconvolto i programmi degli Australian Open. Interrotte le gare di qualificazione del torneo dello Slam a causa dell’aria irrespirabile che ha avvolto le città interessate. Una decisione probabilmente tardiva, destinata ad alimentare accese polemiche all’interno del mondo del tennis.

Considerato il fatto che la scarsa qualità dell’aria non è una novità in Australia negli ultimi tempi, avviare il torneo di tennis in tali condizioni è risultato per molti un azzardo. Diversi gli indizi che possono fare una prova, come le crisi respiratorie che hanno interessato diverse atlete. La canadese Eugenie Bouchard ha richiesto cure mediche durante una gara, mentre la slovena Dalila Jakupovič è stata costretta a un sofferto ritiro:

Mi sono spaventata. Io non ho mai avuto problemi di salute, ma non riuscivo più a respirare e sono caduta a terra. Non è giusto che gli organizzatori chiedano ai giocatori di scendere in campo in quelle condizioni. Non è salutare per noi, pensavo che non avremmo giocato oggi, ma non abbiamo molta scelta.

Durante il singolare maschile tra Kavčič e Clarke uno dei raccattapalle è collassato ed è stato soccorso dagli stessi tennisti. Critica anche la posizione della numero 5 al mondo Elina Svitolina. La tennista ucraina ha twittato un’immagine molto eloquente riguardo i livelli di inquinamento dell’aria intorno alle principali città australiane e chiede “Perché dobbiamo aspettare che succeda qualcosa di brutto per fare qualcosa?”:

Accolto invece con favore l’arrivo di una forte pioggia su Melbourne, che potrebbe contribuire al miglioramento della qualità dell’aria. Un livello di inquinamento atmosferico che al momento risulta tra i più elevati al mondo. Nella sola giornata di oggi 7 partite sono state sospese, mentre appena 5 sono quelle portate a termine e diverse sono quelle neppure iniziate.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be