• GreenStyle
  • Auto
  • Audi e-tron: 330 km di autonomia reale secondo l’EPA

Audi e-tron: 330 km di autonomia reale secondo l’EPA

Audi e-tron: 330 km di autonomia reale secondo l’EPA

Fonte immagine: Audi

Audi e-tron ha ottenuto dall'EPA la certificazione di un'autonomia di 204 miglia, un risultato inferiore a quello ottenuto dai diretti rivali.

Audi e-tron, il primo SUV 100% elettrico del costruttore tedesco, debutterà ufficialmente in America a maggio. Il dato più interessante però non è tanto il lancio commerciale di questa innovativa auto elettrica sul suolo statunitense quanto la certificazione EPA che ha attribuito all’Audi e-tron un’autonomia di 204 miglia, cioè di circa 328 Km. I test a cui l’EPA sottopone le auto sono molto severi e probanti. L’autonomia che si ottiene è spesso molto vicina a quella reale riscontrabile in condizioni di guida reale.

Questo significa che gli acquirenti della nuova Audi e-tron possono aspettarsi di disporre di un’autonomia media reale di 204 miglia con il pacco batteria carico al 100%. Ovviamente lo stile di guida e il tipo di percorso possono incidere molto sulla reale percorrenza. Una guida accorta a bassa velocità permetterà di ottenere risultati migliori, mentre i lunghi viaggi autostradali a velocità sostenuta possono penalizzare la distanza massima percorribile.

Il risultato ottenuto dalla nuova Audi e-tron è comunque inferiore a quello delle sue più dirette rivali come la Tesla Model X e la Jaguar I-Pace. Il problema non sarebbe legato a un discorso di efficienza, ma piuttosto a una scelta conservativa nell’utilizzo del pacco batteria. Il SUV elettrico del costruttore tedesco dispone di un pacco batteria da 95 kWh. Tuttavia Audi ha scelto di riservare, e quindi di non sfruttare, il 12% della capacità della batteria per consentire di garantirne una maggiore longevità nel tempo.

Questo significa però che l’energia ufficialmente utilizzabile è molta di meno (circa 82 kWh) e quindi la percorrenza di questa auto elettrica ne risente di conseguenza. L’autonomia non eccelsa della nuova Audi e-tron è compensata in parte dalla possibilità di poter ricaricare dalla colonnine DC sino a 150 kW.

Anche la curva di ricarica è molto buona, consentendo di mantenere alte velocità di ricarica anche con il pacco batteria che si avvicina alla sua massima capacità. Trattandosi di un’auto connessa non è detto comunque che Audi non possa migliorare l’autonomia attraverso una migliore efficienza del powertrain attraverso il rilascio di futuri aggiornamenti.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Audi A3 e-tron 2014, il test