• GreenStyle
  • Consumi
  • Arsenico nell’acqua, Codacons chiede analisi del sangue periodiche

Arsenico nell’acqua, Codacons chiede analisi del sangue periodiche

Arsenico nell’acqua, Codacons chiede analisi del sangue periodiche

Codacons torna a parlare di arsenico nell'acqua del Lazio e lo fa chiedendo interventi di monitoraggio sulla salute dei cittadini a Regione e Asl.

Analisi del sangue periodiche e gratuite per monitorare gli effetti dell’arsenico nell’acqua. Questa la proposta che Codacons ha avanzato presso la Regione Lazio e le Asl competenti. Lo scopo è il monitoraggio di possibili effetti sui cittadini laziali legati alla presenza del semimetallo nelle risorse idriche. Un problema che ha portato, dal 1 gennaio, molti Comuni del Lazio a sospendere le forniture.

>>Leggi i termini dell’ultimatum UE all’Italia riguardo l’arsenico nell’acqua

L’arsenico nell’acqua interessa molte aree italiane, come Lombardia, Toscana, Trentino Alto Adige e Umbria, non soltanto il Lazio. È qui però che nelle ultime settimane sono maturati gli ultimi sviluppi e qui che Codacons chiede di procedere con i controlli. Lo scopo è di valutare l’andamento dei valori corporei nei cittadini e stabilire eventuali anomalie causate dall’eventuale avvelenamento.

>>Leggi la lista dei Comuni a rischio nel Lazio

Un problema sottolinea Codacons che riguarda le utenze domestiche così come gli esercizi commerciali. Gravi rischi per la salute sono legati ad attività commerciali come bar, ristoranti e pasticcerie, passibili di chiusura se l’emergenza legata all’arsenico non verrà risolta in tempi brevi.

A tutti l’associazione dei consumatori ricorda infine che sono allo studio due azioni per la richiesta di risarcimento, rivolte ai cittadini di tutte le aree coinvolte (anche nelle altre regioni interessate), entrambe ammontanti a 1.500 euro e rivolte rispettivamente ai privati e agli esercizi commerciali.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Acqua: dal rubinetto, in bottiglia o depurata?