Arsenico nel riso per bambini, l’allarme da uno studio UK

Arsenico nel riso per bambini, l’allarme da uno studio UK

Allerta arsenico per il riso, studio britannico individua 28 prodotti oltre i limiti di legge tra i 55 analizzati.

Arsenico oltre i limiti ammessi dalla normativa UE nel riso destinato a neonati e bambini. A sostenerlo uno studio condotto dall’Institute for Sustainable Food della University of Sheffield, secondo il quale sarebbero risultati fuorilegge 28 prodotti sui 55 analizzati. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Ecotoxicology and Environmental Safety.

In base a quanto affermato dai ricercatori britannici si sarebbe verificato un diffuso superamento dei limiti di legge per quanto riguarda i campioni di riso analizzati, 55 prodotti venduti nel Regno Unito, con punte di 0,37 mg/chilo e una media tra i campioni fuorilegge di 0,152 mg per chilo. Seguendo le normative UE, stabilite per tutelare la sicurezza alimentare dei consumatori, anche in Gran Bretagna vigono limiti di 0,20 mg/kg per il riso bianco e di 0,25 per quello integrale non lucidato.

Limiti che scendono a 0,1 mg/kg per i bambini. Ha dichiarato il Dott. Manoj Menon, Environmental Soil Scientist presso il Dipartimento di Geografia della University of Sheffield, prima firma dello studio:

I prodotti a base di riso sono spesso considerati un’opzione sicura per neonati e bambini, ma la nostra ricerca suggerisce che per oltre metà del riso analizzato il consumo per i bambini dovrebbe essere limitati a 20 grammi al giorno per non incorrere nei rischi associati all’arsenico. Il Governo e la Commissione UE devono introdurre avvisi sull’etichette per avvertire le persone circa i livelli di arsenico così da permettere alle famiglie di informarsi e compiere scelte alimentari consapevoli.

Fonte: University of Sheffield

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Four Seasons Natura e Cultura: camminare per la salute del corpo e della mente