• GreenStyle
  • Salute
  • L’aria condizionata incrementa il tasso di mortalità, ecco perché

L’aria condizionata incrementa il tasso di mortalità, ecco perché

L’aria condizionata incrementa il tasso di mortalità, ecco perché

Fonte immagine: Pixabay

L'uso sempre più intenso dell'aria condizionata per raffrescare case e uffici contribuisce ai cambiamenti climatici e peggiora la salute umana: ecco perché.

In un momento in cui il riscaldamento globale rappresenta una preoccupazione crescente, l’aria condizionata utilizzata per raffrescare appartamenti e uffici potrebbe peggiorare le cose, causando peraltro più decessi e malattie nel tempo. Lo rivela un nuovo studio condotto dall’Università del Wisconsin-Madison, appena pubblicato dalla rivista Public Library of Science Medicine all’interno di uno speciale dedicato ai cambiamenti climatici.

Poiché il cambiamento climatico continua a spingere le temperature estive sempre più in alto, secondo la ricerca il maggior uso dei climatizzatori negli edifici potrebbe incrementare la problematica contribuendo a degradare la qualità dell’aria e la salute delle persone.

Nello specifico, solo negli Stati Uniti si prevedono fino a mille decessi in più all’anno a causa degli elevati livelli di inquinamento atmosferico derivanti dall’aumento dell’uso dei combustibili fossili che si usano per raffreddare gli edifici in cui gli esseri umani vivono e lavorano. Spiega così la situazione Jonathan Patz, esperto di cambiamenti climatici e dell’impatto che hanno sulla salute umana:

Le ondate di calore aumentano e aumentano di intensità. Avremo più domanda di raffreddamento che richiede più elettricità. Ma se la nostra nazione continua a fare affidamento su centrali elettriche alimentate a carbone per una parte della nostra elettricità, ogni volta che accendiamo l’aria condizionata sporcheremo l’aria, causando più malattie e persino morti.

Già la (scarsa) qualità dell’aria rappresenta un grosso problema per la salute pubblica, causando migliaia di morti ogni anno per le polveri sottili e l’ozono, ma sapere che altri mille decessi dovrebbero verificarsi a causa del sempre più massiccio uso della climatizzazione alimentata dai combustibili fossili rappresenta un ulteriore allarme. La soluzione, secondo gli scienziati, è quella di passare a fonti di energia più sostenibili quali ad esempio l’energia eolica e solare.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cambiamenti climatici, come e perché avvengono?