Apple: presto una donazione per l’Amazzonia

Apple: presto una donazione per l’Amazzonia

Fonte immagine: Pexels

Apple effettuerà una donazione per la riforestazione dell'Amazzonia dopo gli incendi degli ultimi giorni: è quanto conferma Tim Cook.

Le drammatiche immagini che provengono dall’Amazzonia, il polmone verde della Terra devastato negli ultimi giorni da centinaia di incendi, continuano a lasciare l’intero Pianeta con il fiato sospeso. Una vera e propria tragedia che ha spinto diverse personalità di spicco a scendere in campo, con azioni concrete per fermare le fiamme e avviare sin da subito la fase di riforestazione. Fra queste non solo Leonardo DiCaprio, il quale ieri ha annunciato un fondo da 5 milioni di dollari tramite l’Earth Alliance Foundation, ma anche Apple. È quanto conferma Tim Cook, il CEO dell’azienda.

Gli scatti che mostrano l’Amazzonia in fiamme – il cui fumo si nota anche dallo spazio, così come confermato ieri dall’astronauta Luca Parmitano in orbita sull’ISS – hanno colpito profondamente Tim Cook. Il CEO di Cupertino ha quindi pubblicato un messaggio sulla piattaforma Twitter, confermando la disponibilità dell’azienda per una donazione:

È sconvolgente vedere gli incendi e la distruzione che devastano la foresta pluviale dell’Amazzonia, uno dei più importanti ecosistemi mondiali. Apple effettuerà una donazione per aiutare a preservare la biodiversità e ripristinare l’indispensabile foresta amazzonia dell’America Latina.

Al momento non è nota l’entità della donazione che Apple intende fare, una somma che si andrà ad aggiungere ai 5 milioni di dollari stanziati dalla fondazione di Leonardo DiCaprio – a cui la stessa Apple è indirettamente vicina, considerando come tra i fondatori vi sia anche Laurene Powell Jobs, vedova di Steve Jobs – e i 20 milioni offerti dal G7. Somma, quest’ultima, però rifiutata dal presidente brasiliano Bolsonaro.

Apple non è nuova a iniziative nei confronti dell’ambiente: da diversi anni la società ha puntato su energie completamente rinnovabili per la produzione dei suoi dispositivi e la gestione delle sue operazioni a livello mondiale. Inoltre, il gruppo ha investito su device prodotti con materiali altamente riciclabili e ha avviato piani di riforestazione, per compensare le materie prime utilizzate per il packaging.

Fonte: CNet

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Emergenza Climatica Roma: consegna della petizione alla sindaca Virginia Raggi