• GreenStyle
  • Pets
  • Anziano ucciso dall’uccello che teneva in giardino

Anziano ucciso dall’uccello che teneva in giardino

Anziano ucciso dall’uccello che teneva in giardino

Fonte immagine: Pixabay

Un anziano viene ucciso dal suo casuario, un grande e pericoloso uccello di origine australiana che l'uomo accudiva nel suo giardino.

È stato ucciso dal suo casuario, un grande e pericoloso uccello che la vittima accudiva nel proprio giardino. È questa la drammatica vicenda che ha coinvolto un anziano della Florida, negli Stati Uniti, ferito mortalmente dai lunghi artigli del pennuto. Nonostante la corsa in ospedale, per il proprietario dell’animale non vi è stato nulla da fare.

Il casuario è un grande uccello originario dell’Australia e della Nuova Guinea. Dall’aspetto vagamente simile a un emu, questo pennuto non solo si caratterizza per una stazza importante – dai 18 ai 44 chilogrammi a seconda della varietà – ma anche per i suoi artigli. Possiede infatti delle affilatissime unghie, lunghe anche 12 centimetri, che usa per attaccare e ferire mortalmente i suoi predatori.

Secondo quanto riportato dalle testate statunitensi, un anziano settantacinquenne aveva inaugurato un piccolo allevamento di casuari nel giardino di casa, accudendo due grandi esemplari. Lo scorso venerdì, così come riportato dall’Alachua County Fire Rescue Department, l’uomo si sarebbe avvicinato al recinto dei due uccelli, cadendo però a terra. L’improvviso inciampo deve aver spavento uno degli animali, pronto a lanciarsi sul corpo dell’uomo, colpendolo ripetutamente con i propri artigli. Chiamati i soccorsi, le condizioni dell’anziano sono apparse immediatamente critiche e, nonostante le prime cure, si è spento in ospedale.

La pericolosità di questa specie è nota da diverso tempo, tanto che lo zoo di San Diego – uno dei più noti per i suoi progetti di conservazione – ha definito il casuario come l’uccello più pericoloso del mondo:

Il casuario può letteralmente dilaniare un predatore, o chiunque lo minacci, con un singolo calcio. Le sue potenzi zampe gli permettono di raggiungere i 50 chilometri orari, tra i fitti cespugli della foresta.

La polizia sta indagando sul caso, mentre è stato richiesto il supporto della Florida Fish and Wildlife Conservation Commission, per capire se sia necessario recuperare gli esemplari per trasferirli in strutture più sicure.

Fonte: USA Today

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!