Andrea Rossi: con l’E-Cat energia a prezzi ridicoli

Andrea Rossi: con l’E-Cat energia a prezzi ridicoli

Andrea Rossi a poche ore dal test "decisivo" di Bologna svela i costi del carburante dell'E-Cat da 1 MW: poche centinaia di euro

Diavolo di un Rossi, il suo show continua e le aspettative per il test di domani stanno crescendo, in barba agli spostamenti di sede e al ridimensionamento degli spettatori. Diavolo o benefattore, visto che ciò che promette, l’E-Cat, dovrebbe invadere le case di tutto il mondo e permettere a chiunque di avere energia e calore a basso costo.

Un miracolo “impossibile” per molti e che per moltissimi altri è il primo decisivo passo per l’inizio di una nuova era energetica. Lo testimoniano anche i commenti che giungono su questo sito: l’ingegnere Andrea Rossi è un ciarlatano, ma anche un genio ostacolato dai magnati del petrolio. Difficile resistere alla tentazione di schierarsi a favore o contro.

Ma a quanto ammonta il “miracolo”? Se lo sono chiesti un po’ di giornalisti statunitensi, girando la domanda a Rossi in riferimento all’impianto da 1 MW appena ultimato:

Quanto costa il carburante per alimentare una centrale da 1 MW per 6 mesi? Più o meno di 250 mila dollari?

La risposta di Rossi deve essere stata davvero teatrale, quasi da film hollywoodiano:

Poche centinaia di euro riforniscono un impianto da 1 MW per 6 mesi.

Il che spiega in breve sia l’interesse che le riserve nei confronti dell’E-Cat: un risultato del genere ha dell’incredibile (sia nel senso positivo, sia in quello negativo del termine).

Andrea Rossi si è poi affrettato ad assicurare che non lascerà l’E-Cat in mano a qualche multinazionale che, per tristi motivi economici e di bottega, lanci il prodotto a prezzi troppo elevati. L’E-Cat che sta per invadere il mercato sarà a un prezzo accessibile a tutti:

Sto lavorando per questo e questo è ciò che dà senso a tutto il mio lavoro.

Leggendo i siti d’oltreoceano specializzati nell’argomento, troviamo spiegazioni della redditività dell’E-Cat ancora più sorprendenti. Su Cold Fusion Now hanno fatto una semplice e provocatoria domanda: a parità di energia prodotta qual è il rapporto fra nichel (il carburante dell’E-Cat) e il classico petrolio? Risposta 1 grammo contro 517 chilogrammi.

Per rendere ancora più radicale il rapporto hanno poi calcolato la quantità di nichel presente in una moneta di 5 centesimi americani, il buon vecchio nichelino. Vi risparmiamo a matematica e saltiamo al risultato:

5 cent = 5 barili di petrolio.

“Incredibile” diranno molti… “Appunto” commenteranno altri. Non resta che aspettare il test di domani.

Fonti: E-Cat World e Cold Fusion Now.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Bollino etico, la prima passata di pomodoro certificata No Cap