Ananas: calorie e valori nutrizionali della frutta brucia-grassi

Ananas: calorie e valori nutrizionali della frutta brucia-grassi

Fonte immagine: Unsplash

L'ananas è un frutto noto per la sua attività brucia-grassi: ecco le calorie e i valori nutrizionali di questo gustosissimo prodotto della terra.

Consumato fresco oppure come ingrediente per le più svariate ricette, l’ananas è uno di quei frutti in grado di mettere d’accordo davvero tutti. Grazie al suo sapore appagante, e alle potenzialità rinfrescanti, è un prodotto della terra consumato soprattutto durante la bella stagione, amato non solo dagli adulti ma anche dai bambini. E sebbene le sue proprietà benefiche siano pressoché note ai più, forse non tutti conoscono le potenzialità dell’ananas come migliore rappresentante della frutta brucia-grassi. Quali sono, di conseguenza, le calorie e i valori nutrizionali di questo prodotto?

Naturalmente, quando si parla di alimenti dimagranti, non si può sperare in effetti miracolosi. Il consumo dovrà essere sempre inserito all’interno di un’alimentazione sana ed equilibrata, da abbinare a uno stile di vita attivo dove non può mai mancare l’esercizio fisico. Di seguito, qualche informazione utile.

Ananas: calorie e valori nutrizionali

Ananas

L’ananas – la cui varietà coltivata più conosciuta è quella dell’Ananas comusus – è una pianta di origine sudamericana. Portato in Europa dai conquistatori spagnoli e inglesi dopo la scoperta dell’America, è diventato rapidamente uno dei frutti più amati e consumati: oggi le coltivazioni si trovano pressoché ovunque nei climi temperati e tropicali, dalle Hawaii alle Filippine, passando per molti altri Paesi ancora. Della pianta è ovviamente interessante il suo frutto: cresce praticamente a livello del suolo, al centro di un cespuglio di lunghe e spesse foglie, e presenta una scorza marrone a protezione di una ricca polpa gialla. Il ciclo di crescita è decisamente lento: una singola pianta produce un frutto maturo ogni 18 mesi.

Consumato sia fresco, in succo o come ingrediente per le più svariate ricette, il frutto presenta un profilo nutrizionale davvero interessante. Decisamente ricco di acqua, e quindi reidratante, 100 grammi di ananas garantiscono all’incirca 50 calorie, perciò si tratta di un alimento adatto alle gran parte delle diete. Per lo stesso peso, si contano circa 13 grammi di carboidrati, 0.5 di proteine vegetali, 0.1 di grassi e ben 1.4 di fibre, a cui si aggiungono sali minerali come sodio, potassio, calcio, magnesio e ferro. Interessante è anche l’apporto di vitamine – A, C e B6 fra le tante – ma anche alcuni principi attivi. La bromelina, ovvero una coppia di enzimi contenuti nel frutto, è nota da diversi decenni per i suoi effetti antinfiammatorio, antiedematoso e antibatterico.

Questo singolare profilo nutrizionale garantisce dei benefici innegabili per la salute. Il buon contenuto in fibre facilita il lavoro dell’apparato digerente, in particolare regolarizzando il transito intestinale. Si tratta quindi di un alimento reidratante e rimineralizzante, ideale durante la stagione calda quando si perdono molti sali con la sudorazione, mentre la presenza di vitamina C rafforza il sistema immunitario. La A, nel frattempo, contribuisce al mantenimento della giovinezza delle cellule, contrastandone l’invecchiamento, beneficiando vista, pelle, unghie e capelli.

Ananas: perché ha un effetto dimagrante?

Ananas

Così come già accennato, l’ananas è conosciuto dai più per le sue peculiarità dimagranti. Quella che può sembrare una semplice credenza popolare trova invece conferma nella scienza e, naturalmente, dalle ottime caratteristiche nutritive del frutto, descritte in precedenza. Innanzitutto, l’ananas presenta un forte effetto drenante e diuretico, dovuto non solo all’abbondanza di acqua, ma anche alla sua composizione in micronutrienti. Una proprietà che permette di eliminare l’accumulo di liquidi tipico della ritenzione idrica, rendendo la figura quindi più snella.

Ancora, un ruolo fondamentale è dovuto alla già citata bromellina. In qualità di enzima proteolitico, infatti, questa componente stimola la digestione a livello di stomaco e intestino, facilitando la scomposizione di proteine e grassi e migliorandone l’assorbimento. Ciò comporta non solo un migliore funzionamento dell’intero apparato digerente – incluso il fegato, dove l’ananas ha un effetto depurante – ma riduce anche il gonfiore addominale grazie alle sue caratteristiche antinfiammatorie. Non ultimo, sempre la bromellina contribuisce a limitare il senso di fame, spingendo al consumo di porzioni più piccole di altri cibi, e stimola l’organismo ad attivarsi per bruciare i grassi in eccesso. Naturalmente, nutrirsi di ananas non è sufficiente per tornare in forma: serve anche una dieta complessivamente efficace, nonché una certa predisposizione all’attività fisica.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La tragedia di un pomodoro