Anacardi: proprietà, calorie, quanti mangiarne

Anacardi: proprietà, calorie, quanti mangiarne

Fonte immagine: Pixabay

Gli anacardi sono un tipo di frutta secca, ecco quali sono le loro proprietà e quanti mangiarne, anche in relazione alle calorie in essi contenute.

Gli anacardi sono un tipo di frutta secca probabilmente poco conosciuto, ma dall’ottimo sapore e dalle molte proprietà naturali. Originari del Sud America, più precisamente del Brasile, questi piccoli frutti rappresentano per meglio dire gli acheni dell’Anacardium occidentale, appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae.

La forma degli anacardi ricorda quella dei fagioli. La loro lunghezza è intorno ai 3 centimetri e possiedono una vaga somiglianza estetica con uno degli organi interni umani, i reni. Utilizzati in molte ricette di pasticceria o consumati da soli (freschi o tostati), questi acheni sono noti nel mondo anche con vari altri nomi tra i quali noci di acajou, noi d’Arabie, Mahagoni Kernel ed Elefanten lause.

Anacardi, pianta
Fonte: Pixabay

Proprietà

Ossa e apparato cardiovascolare sono tra i primi beneficiari delle proprietà curative degli anacardi. Secondo alcuni studi questi piccoli esemplari di frutta secca si rivelano preziosi nel tenere sotto controllo il colesterolo e la fragilità dei vasi sanguigni. Lo scarso contenuto di grassi, perlopiù insaturi, e la presenza di acido oleico li rende più in generale alleati del cuore e della circolazione.

Problemi articolari e osteoporosi sono altri disturbi contrastati dagli effetti benefici degli anacardi, ritenuti efficaci anche nella protezione degli occhi: nello specifico contengono un flavonoide che aiuta a proteggerli dagli agenti esterni e contribuisce a prevenire la degenerazione maculare legata all’età. Diversi studi hanno legato inoltre il consumo di anacardi alla prevenzione del diabete.

Anacardi con sale e rosmarino
Fonte: Photo by Jenn Kosar on Unsplash

Calorie e quanti mangiarne

Le calorie contenute negli anacardi sono 598 kcal per ogni 100 grammi, rendendo questo alimento un cibo da consumare in quantità tutto sommato limitate. Poco meno della metà del peso è legato al contenuto di grassi (tra il 46 e il 49%, in prevalenza monoinsaturi), seguito da quello di carboidrati (33%), proteine (15%), acqua e fibre (entrambe 3%). Da notare anche l’ottimo apporto di potassio (565 mg), fosforo (490 mg) e magnesio (260 mg).

Negli anacardi si trovano anche, ogni 100 grammi, circa 45 mg di calcio e 16 mg di sodio. Più limitato l’apporto di ferro e zinco (entrambi circa 6 mg), così come di rame (2mg). Scarso il contenuto di vitamine del gruppo B (B3 1 mg, B1 e B2 0,2 mg), del tutto assenti la A e la C.

Normalmente si consiglia di non superare un consumo di 28 grammi (parte edibile) al giorno, in considerazione del fatto che diversi studi riconoscono a tale quantitativo una certa dose di efficacia a fronte di un apporto calorico ancora tutto sommato gestibile. Come utilizzo stabile nella dieta è consigliabile limitarne l’utilizzo a 2 o 3 giorni a settimana, magari alternandoli alle noci o ad altro tipo di frutta secca. In ogni caso è consigliato tenere conto, nell’economia di una dieta sana ed equilibrata, delle calorie in essi contenute.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Come eliminare la ruggine in modo naturale e veloce