• GreenStyle
  • Salute
  • Amianto: centinaia di sacchi contenenti polvere scoperti in Basilicata

Amianto: centinaia di sacchi contenenti polvere scoperti in Basilicata

Amianto: centinaia di sacchi contenenti polvere scoperti in Basilicata

Fonte immagine: TG2000 su YouTube

In una fabbrica chiusa della Basilicata, a Ferrandina, sono stati visti con un drone 600 sacchi con polvere di amianto: è potenzialmente mortale.

Centinaia di sacchi abbandonati contenenti polvere di amianto sono stati scoperti in una zona della Basilicata, a Ferrandina, nel Comune della Val Besento, da TV2000, entrata con delle telecamere nello stabilimento ex Materit per documentare la presenza di questo materiale tossico. Peraltro, dai contenitori esce della polvere, una delle forme sotto cui l’amianto risulta più nocivo per la salute e mortale.

Sono circa 600 i sacchi pieni di amianto trovati in una fabbrica abbandonata che negli anni è diventata la “Terra di nessuno”, denuncia il telegiornale. Lo scenario ripreso all’interno del capannone ex Materit a Ferrandina – dove dal 1973 al 1989 è stato lavorato e trattato l’amianto – è spaventoso, in quanto i sacchi dovrebbero essere totalmente sicuri: il drone utilizzato per le riprese video mostra sacchi aperti, dai quali fuoriesce la polvere-

Contattata a riguardo, il vicesindaco di Ferrandina Maria Murante ha così commentato la scoperta:

È la prima volta che qui entra una telecamera. Devo dire che sono impressionanti, non li avevo mai visti. Quei sacchi dovrebbero essere sicuri.

Peraltro, i dati del “Libro Bianco delle morti di amianto in Italia” dell’Osservatorio Nazionale Amianto (Ona) appena presentati sono allarmanti: i decessi causati da questo materiale sono aumentati nel 2017, raggiungendo i 6000 casi in totale, di cui 3600 sono avvenuti per tumore polmonare, 1800 per mesotelioma e 600 per asbestosi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social