Amazzonia: tutele allentate per la paura del Coronavirus

Amazzonia: tutele allentate per la paura del Coronavirus

Amazzonia a rischio a causa dell'emergenza Coronavirus, che potrebbe portare a un allentamento delle misure di tutela della foresta brasiliana.

Le tutele sull’Amazzonia brasiliana potrebbero essere indebolite con la motivazione di rispondere all’emergenza Coronavirus. A lanciare l’allarme alcune organizzazioni no-profit e le associazioni degli indigeni locali, preoccupati da una nuova possibile minaccia per la foresta amazzonica.

Come riportato dagli indigeni che abitano la foresta amazzonica si stanno verificando nuove invasioni da parte dei minatori, attratti dall’oro presente nella regione e il cui prezzo sta salendo rapidamente in risposta all’emergenza Coronavirus. Il rischio è quello di un’ennesima ondata di deforestazione, quando ancora si contano i danni degli incendi che nel 2019 hanno sconvolto l’Amazzonia brasiliana.

Secondo quanto riportato dagli indigeni sarebbero calati gli interventi e le attività di controllo da parte dell’Ibama, l’agenzia governativa per la protezione ambientale. La motivazione fornita è quella che un terzo degli addetti è vicino all’età pensionabile e quindi risulterebbe maggiormente esposto al virus. Questo nonostante l’Amazzonia viene indicata dalle stesse autorità come difficilmente raggiungibile dall’epidemia.

Nei piani di WWF Brasile quello di donare agli indigeni e ai governi locali 14 droni per condurre una loro personale sorveglianza in tempo reale. Ha dichiarato Mike Barrett, direttore esecutivo “Science and Conservation” per il WWF UK:

Mai ciò è stato più importante che durante la crisi globale attuale, quando i controlli ufficiali vengono ridotti esponendo i territori degli indigeni all’aumento esponenziale delle minacce di invasioni dall’esterno.

Fonte: The Guardian

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio