Altri incendi vicino Chernobyl: rischio radiazioni

Altri incendi vicino Chernobyl: rischio radiazioni

Fonte immagine: Pixabay

Continuano gli incendi nei pressi di Chernobyl e, secondo quanto riferito da Greenpeace Russia, le fiamme si starebbero avvicinando alla centrale.

Continuano a bruciare i boschi nei pressi della centrale nucleare di Chernobyl, nonostante un primo miglioramento segnalato la scorsa settimana. È quanto ha comunicato ieri la divisione russa di Greenpeace, sottolineando come le fiamme potrebbero aver raggiunto il chilometro di distanza dall’impianto distrutto nel 1986. Le autorità ucraine confermano di essere al lavoro per spegnere le fiamme, ma si teme un pericoloso rischio radiazioni.

L’agenzia Reuters ha verificato le dichiarazioni dell’associazione ambientalista, pubblicando alcuni spezzoni video della Zona di Alienazione nei pressi della centrale nucleare, per un’area di circa 30 chilometri di estensione. Dalle immagini si possono notare alberi carbonizzati, terriccio nero e focolai ancora accesi, segno dei roghi in corso. Queste le dichiarazioni di GreenPeace:

In base alle immagini satellitari scattare lunedì, l’area del più grande rogo ha raggiunto i 34.400 ettari.

Le autorità d’emergenza ucraine segnalano come non si registrino livelli di radiazioni alterati sia nei pressi della centrale nucleare, oggi coperta da un sarcofago in cemento e in metallo per evitare la fuga di sostanze radioattive.

Il timore è che le fiamme possano diffondere radiazioni, considerato come l’intera area risulti ancora contaminata a oltre 30 anni dall’incidente nucleare di Chernobyl. L’origine dei roghi potrebbe essere dolosa: la polizia, secondo quanto riferito da Reuters, avrebbe identificato un giovane ventisettenne forse responsabile di aver appiccato il primo incendio.

Yaroslav Yemelianenko, un tour operator specializzato in escursioni proprio nell’area di Chernobyl, ha descritto sui social la situazione come critica:

Il fuoco sta rapidamente raggiungendo l’area dove sono presenti le scorie maggiormente radioattive di Chernobyl.

Sempre secondo il tour operator, le fiamme avrebbero già raggiunto la cittadina abbandonata di Prypiat, a pochissimi chilometri dalla centrale nucleare.

Fonte: Huffington Post

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be