Allevatrice vende cani senza zampe

Allevatrice vende cani senza zampe

Scoperta allevatrice americana dedita alla produzione di cagnolini diversamente abili: i cuccioli, vittime di un'anomalia genetica, nascono senza due zampe.

Da tempo nel mirino degli animalisti e dei gruppi di volontari, un’allevatrice ha venduto esemplari di razza simil Pinscher, nati senza le zampe anteriori. Un errore genetico casuale è diventato fonte di reddito per l’allevatrice, che ha continuato a creare cuccioli diversamente abili, con l’unico scopo del guadagno. Jana Beller, esperta di salvataggio e cura degli animali in Oklahoma, è riuscita a intercettare l’allevatrice e i cinque cani, in vendita a 75 dollari l’uno. Scoprendo così che, da un errore, la donna ha portato avanti una produzione volontaria. Gli animali, tutti nati da diverse coppie predisposte per questa anomalia genetica, sono stati allevati esclusivamente per la vendita.

Per anni molti volontari e associazioni hanno cercato di bloccare questo commercio, mentre molti acquirenti si sono imbattuti in cuccioli con lo stesso genere di anomalia. Confermando così una volontarietà effettiva da parte dell’allevatrice. Una vera irresponsabilità da parte della donna, pronta a lucrare sulla condizione di disagio oltre che una crudeltà gratuita nei confronti di cani, bisognosi di cure e attenzioni particolari. L’intervento della Beller, però, è giunto in un momento di consapevolezza da parte dell’allevatrice che, probabilmente dopo diverse segnalazioni, ha deciso di interrompere la vendita.

In aiuto dei cuccioli sono giunte due associazioni, la Bella Foundation e la Safe Haven Animal Rescue, che hanno affidato gli animali a cinque famiglie per uno stallo temporaneo. I due gruppi hanno richiesto anche il supporto e l’intervento dei sostenitori, per migliorare la qualità di vita di questi piccoli partendo dall’acquisto di carrellini costruiti su misura. I cani sono in buone condizioni, ma la presenza di un supporto fisico potrebbe alleggerire la condizione di fatica prodotta dal movimento di due sole zampe. La società Eddie’s Wheels ha già risposto alla domanda di aiuto, offrendosi di produrre cinque carrellini a prezzo scontatissimo. Perché questo possa diventare realtà, i due gruppi si affidano alle donazioni e all’aiuto economico dei loro sostenitori.

Seguici anche sui canali social