• GreenStyle
  • Consumi
  • Allerta plastica in baguette Naturasì: come riconoscerle e cosa fare

Allerta plastica in baguette Naturasì: come riconoscerle e cosa fare

Allerta plastica in baguette Naturasì: come riconoscerle e cosa fare

Fonte immagine: arifarca / Pixabay

Nuova allerta alimentare che ha coinvolto stavolta la catena Naturasì per la presenza di plastica nella baguette classica, prodotto ritirato dalla vendita.

La catena di vendita di prodotti biologici Naturasì ha ritirato dal commercio la baguetta classica Schnitzer gluten free per il rischio di presenza di pezzetti di plastica appuntita all’interno del prodotto. A rivelarlo una nota della stessa azienda, che ha specificato nel dettaglio i termini del rischiamo e tutte le altre informazioni utili.

Una nuova allerta alimentare che stavolta ha coinvolto la catena di negozi Naturasì. Proprio in questi punti vendita viene venduto il pane ritirato, prodotto dall’azienda tedesca Schnitzer GmbH & Co. Si tratta in particolare della baguette in confezione da 360 grammi che riporta come data di scadenza il 3 gennaio 2018.

Nell’avviso di richiamo pubblicato da Naturasì viene specificato che all’interno del pane potrebbero esserci dei piccoli frammenti di plastica appuntiti. L’allerta e il successivo provvedimento sono scattati per precauzione a seguito della segnalazione di un consumatore, che ha trovato proprio in una confezione del prodotto un pezzo di plastica rigido.

Naturasì nella nota di allerta pubblicata sul suo sito all’interno della sezione dedicata ai prodotti richiamati ha fornito anche alcune indicazioni su come comportarsi in caso di acquisto della baguette in questione. Vengono invitati tutti i consumatori a controllare le scorte presenti in casa, per verificare l’eventuale presenza del prodotto richiamato.

Naturalmente in presenza del pane indicato non bisogna consumarlo, ma è opportuno consegnarlo al punto vendita in cui l’abbiamo acquistato. Il negoziante provvederà a sostituirlo con un altro prodotto o a rimborsarlo.

Seguici anche sui canali social