Allerta epatite A in Italia per cozze provenienti dalla Grecia

Allerta epatite A in Italia per cozze provenienti dalla Grecia

Fonte immagine: Foto di RitaE da Pixabay

Nuova allerta epatite per l'Italia, in questo caso legata all'importazione di cozze vive contaminate provenienti dalla Grecia.

Allerta epatite A in Italia per una partita di cozze provenienti dalla Grecia. A diffondere l’avviso sono le autorità sanitarie comunitarie dopo che è scattato l’allarme del Rasff, il sistema di allerta rapido UE. A rendere più difficile l’identificazione dei lotti interessati la distribuzione non soltanto all’interno dei grandi punti vendita, ma anche attraverso mercati locali e pescherie.

Oggetto dell’allerta epatite A sono alcuni lotti di cozze vive contaminati, che non dovrebbero essere consumati pena la possibile contrazione della malattie. Nell’avviso si fa riferimento a un “prodotto (presumibilmente) non più sul mercato”, a indicazione di un pericolo non ancora scongiurato con assoluta certezza.

Ai consumatori viene quindi consigliato di prestare la massima attenzione al momento di procedere con l’acquisto di cozze vive, preferendo prodotti provenienti dall’Italia o da altri Paesi UE non esposti a tale rischio per la sicurezza alimentare. Di alcuni giorni fa una precedente allerta relativa all’epatite.

L’allerta epatite diffusa nei giorni scorsi ha come oggetto gli integratori alimentari contenenti curcuma. Secondo quanto riferito dal Ministero della Salute la spezia contenuta in tali prodotti sarebbe risultata contaminata. Nessun rischio di epidemia, specifica la nota ministeriale, ma pericoli legati unicamente al consumo delle confezioni interessate dall’avviso di sicurezza.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista a Davide Mercati – Aboca