Allerta colori per tatuaggi: illegale oltre il 20%

Allerta colori per tatuaggi: illegale oltre il 20%

Pigmenti per tatuaggi, oltre il 20% è illegale per quanto riguarda il contenuto di sostanze chimiche nocive secondo Carabinieri e Ministero della Salute.

Un colore per tatuaggi su cinque risulta illegale e pericoloso per la salute. Questo l’esito di una serie di controlli operati dal Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute in accordo con il Ministero della Salute. Secondo gli agenti oltre il 20% dei campioni analizzati è risultato fuorilegge per quanto riguarda il contenuto di sostanze chimiche nocive.

In base a una nota diffusa di recente dal Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute nel mese di settembre si sono concluse alcune analisi portate avanti dagli agenti. Le aziende del settore sottoposte a controllo sono state 117, per un totale di 100 campioni di pigmenti per tatuaggi analizzati. Nello specifico sono stati ricercati eventuali contenuti di sostanze chimiche nocive come ad esempio ammine aromatiche e idrocarburi policiclici aromatici (IPA).

Livelli oltre il consentito in relazione a tali sostanze sono stati rinvenuti in 22 campioni dei 100 analizzati, risultati quindi contenere composti “potenzialmente tossici” o “cancerogeni”. Il Ministero della Salute ha imposto il ritiro dei prodotti risultati non a norma, oltre all’obbligo di informare i clienti tatuati con i pigmenti oggetto dell’allerta ministeriale.

Allerte che sono proseguite anche durante il mese di ottobre. Il Ministero della Salute ha diffuso ulteriori due avvisi relativi a pigmenti per tatuaggi, entrambi caratterizzati da tonalità di verde: il NUCLEAR GREEN (Numero lotto U-139), prodotto dalla Eternal Ink, e il LIME GREEN (lotto SS274), della INTENZE Products Inc.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La Mobilità si fa in 4, l’iniziativa di Arval per le scuole