Alito cattivo al mattino: perché accade e le soluzioni

Alito cattivo al mattino: perché accade e le soluzioni

Fonte immagine: nensuria / Freepik

L'alito cattivo al mattino può avere diverse cause: gli esperti suggeriscono le soluzioni per liberarsi da questo imbarazzante problema.

Capita a molti di risvegliarsi con l’alito cattivo al mattino, una situazione che spesso crea imbarazzo. Non si riesce molte volte a trovare la soluzione giusta per rimediare al problema e di frequente alcuni non ne parlano nemmeno al loro dentista proprio per una sensazione di vergogna.

I principali responsabili dell’alito cattivo possono essere considerati la scarsa igiene orale, il russare e l’abitudine di masticare chewing gum. Anche se non esiste una soluzione infallibile per prevenire questo problema, gli esperti suggeriscono alcuni trucchi per rendere il cattivo odore meno fastidioso.

Quando la gente dorme la bocca diventa secca. Russare o dormire con la bocca aperta può rendere l’alito cattivo ancora più evidente. Durante il giorno non siamo afflitti dallo stesso problema, perché viene prodotta una buona quantità di saliva che lava i batteri che causano cattivi odori. Quando si dorme le cose cambiano radicalmente. La mancanza di umidità nella bocca permette la moltiplicazione dei batteri che causano cattivi odori.

Avere particelle di cibo intrappolate tra i denti durante la notte contribuisce ad avere un respiro mattutino piuttosto sgradevole. Non importa che cosa si abbia mangiato la sera. In ogni caso il cibo marcisce tra i denti mentre dormiamo. L’altro problema è costituito dai chewing gum, che sembrano rinfrescare l’alito, ma invece possono contribuire all’alitosi. Le gomme da masticare spesso contengono aspartame, una sostanza dolcificante che nutre i batteri.

Gli esperti suggeriscono fra le soluzioni possibili il masticare del prezzemolo al mattino, per eliminare i batteri che causano cattivi odori. Questo ingrediente contiene una sostanza che svolge un’attività antibatterica, come è stato suggerito da alcune ricerche sull’argomento.

Un’alternativa potrebbe essere masticare del sedano o una mela a colazione. Questi alimenti contengono una grande quantità di acqua e possono aumentare la produzione di saliva. Stimolano le ghiandole salivari e idratano la bocca. Altri alimenti che possono stimolare la produzione di saliva sono lo yogurt, le ciliegie, la lattuga e i cetrioli.

Da evitare invece, per l’effetto opposto causato, il caffè, le noccioline salate e i popcorn. Gli esperti inoltre suggeriscono di lavarsi i denti la sera con il bicarbonato di sodio, anche questa una soluzione per combattere la moltiplicazione dei batteri che causano l’alito cattivo.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi insoliti del limone