Alchechengi: valori nutrizionali e proprietà

Alchechengi: valori nutrizionali e proprietà

Fonte immagine: Pixabay

L'alchechengi è una pianta scelta soprattutto a scopo ornamentale, ma le bacche sono commestibili: ecco i valori nutrizionali e le proprietà.

L’alchechengi è una pianta sempre più richiesta non solo dagli appassionati di giardinaggio, dato il suo elevato potenziale decorativo, ma anche e soprattutto in campo alimentare. Le bacche prodotte da questo arbusto, infatti, sono considerate delle vere e proprie prelibatezze, nonché dei frutti dalle proprietà utili all’organismo. Ma quali sono i valori nutrizionali di questo alimento e quali i benefici per la salute?

Prima di cominciare, è utile sottolineare come l’alchechengi sia anche una pianta che facilmente si presta alla coltivazione, sia in balcone che in orto. Di seguito, tutte le informazioni utili.

Alchechengi: cosa è, valori nutrizionali

Alchechengi

La Physalis alkekengi – nota anche semplicemente come alchechengi, alkekengi o alkechengio – è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanaceae. Si tratta quindi di un lontano parente della patata e del pomodoro, con cui condivide alcune delle proprietà. La pianta produce infatti delle bacche tonde e rosse, poco più grandi di una ciliegia, dalla consistenza proprio simile al pomodoro.

Originaria dell’Asia, questa pianta si caratterizza per un portamento cespuglioso e arbustivo, di circa un metro di altezza. Le ramificazioni sono molte e le foglie di un intenso colore verde. L’alchechengi produce delle caratteristiche bacche di colore rosso, racchiuse all’interno di un involucro arrotondato e appuntito sempre di colore rosso. Con la progressiva maturazione del frutto, questo involucro si secca perdendo parte della sua copertura, trasformandosi in una sorta di scheletro a protezione della bacca.

A uso alimentare, si utilizza unicamente il frutto, mentre foglie e fusto non sono commestibili. Questo perché si tratta di due porzioni dell’arbusto ricche di solanina, che possono provocare quindi fastidi come vomito, diarrea e nausea.

In merito ai valori nutrizionali, 100 grammi di bacche apportano all’incirca 50 calorie. Per lo stesso peso, si hanno circa 11 grammi di carboidrati, 1.90 grammi di proteine e un contenuto trascurabile in grassi. La maggior parte del peso è determinato dall’acqua, ma non mancano i sali minerali: in particolare, il frutto offre fosforo, calcio, ferro. Sul fronte delle vitamine, l’alchechengi è invece ricco di vitamine A, C, B1 e B2 e PP.

Alchechengi: le proprietà benefiche

Alchechengi ramo

Da tempo all’alchechengi sono associate diverse proprietà benefiche, grazie al suo contenuto alimentare. Innanzitutto, è considerato un alimento stimolante per il sistema immunitario: merito dell’elevato apporto di vitamina C, utile proprio per rinforzare le difese dell’organismo. È considerato anche un frutto anti-invecchiamento, dato il contenuto in vitamina A: quest’ultima aiuta a migliorare pelle, capelli e unghie, grazie alla sua azione di contrasto ai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

L’alchechengi può essere considerato anche un alimento antiossidante, ma anche e soprattutto diuretico: stimola l’intero sistema urinario, in particolare i reni, e può essere d’aiuto per gestire infezioni batteriche oppure come alleato nella lotta a sabbia e calcoli. Sembra possa inoltre esprime un’attività antibatterica, per le piccole infezioni, e sembra possa contrastare le infezioni micotiche.

Per i soggetti ipersensibili o allergici, il consumo non è sempre consigliato. Come tutti gli alimenti contenenti piccole porzioni di solanina, può stimolare effetti indesiderati difficoltà digestive, nausea e rash cutanei. Ovviamente, bisogna avere una predisposizione a questo tipo di problematiche.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Come coltivare le patate ovunque