Albero della vita: significato, origini e perché si regala

Albero della vita: significato, origini e perché si regala

Fonte immagine: Pixabay

Qual è la simbologia dell’albero della vita e in quali occasioni può rappresentare un’idea regalo gradita e significativa.

L’immagine dell’albero della vita è presente in numerose filosofie e credenze, associate a contenuti sacri ma anche a teorie mistiche e significati non strettamente legati alla sfera religiosa. La rappresentazione dell’albero della vita si caratterizza per la presenza di un tronco, una chioma rigogliosa composta da rami, foglie e spesso frutti.

Origini

Albero della vita

L’albero della vita viene citato diverse volte nelle Sacre Scritture, a partire dal libro della Genesi fino all’Apocalisse: secondo l’Antico Testamento, infatti, è l’albero che Dio aveva creato nel giardino dell’Eden collocandolo vicino all’albero della conoscenza del bene e del male. Adamo ed Eva, cibandosi dei frutti dell’albero della vita, avrebbero potuto godere di immortalità e salute eterna. Anche l’Apocalisse di San Giovanni menziona questo elemento, collocandolo proprio nel paradiso creato da Dio come premio per coloro che potranno entrarvi.

Secondo la dottrina ebraica della Cabala, inoltre, l’albero della vita rappresenta una sorta di diagramma simbolico costituito da dieci Sefirot disposti simmetricamente, precisamente tre rispettivamente a destra e sinistra e quattro al centro. Questi dieci elementi simboleggiano altrettanti principi fondamentali della vita umana.

Nella simbologia celtica, infine, l’albero della vita non è altro che la rappresentazione del percorso dell’esistenza individuale: grazie alle radici è possibile mantenere un legame con gli antenati, mentre i rami permettono di raggiungere i mondi superiori. Chiamato Crann Bethadh in Gaelico, inoltre, l’albero con il suo intrecciarsi dei rami rappresenta la trama della vita umana complessa e intricata, caratterizzata da un intreccio di eventi e fattori differenti.

Significati

Simbolo della vita per eccellenza, questo albero ricorre in moltissime culture e porta con sé un significato sempre positivo e legato generalmente all’inizio dell’esistenza umana. Analizzando le diverse parti che compongono l’albero della vita, si nota come siano presenti radici, tronco, foglie e frutti, tutti elementi generati da una forza estremamente potente e vitale. Si ha bisogno di radici solide e profonde per poter avere una vita lunga e ricca di momenti positivi così come di attimi preziosi che devono essere colti al momento giusto, esattamente come accade con i frutti maturi. I rami che si intersecano, inoltre, simboleggiano anche le relazioni familiari e interpersonali che rendono la vita piena e intensa. Spesso l’albero della vita viene anche interpretato come “contenitore” dei quattro elementi primari esistenti in natura: aria, acqua, terra e fuoco (inteso come sole) sono necessari all’albero per nascere, crescere e nutrirsi.

A chi si regala

Regalo

L’albero della vita, raffigurato in modi diversi che richiamano sempre alla struttura basilare seppure più o meno complessa e ricca di dettagli, viene considerato un simbolo positivo e considerato un’idea regalo gradita e originale. In generale, donare un oggetto che riporti il simbolo dell’albero della vita cela il desiderio di augurare del bene al destinatario.

Può rappresentare il dono ideale in caso di nascita, interpretato come portafortuna per la vita. È anche indicato come regalo per una coppia che sceglie di condividere un percorso di vita insieme, ma anche per chi sta iniziando un nuovo lavoro o ha deciso di voltare pagina dopo una scelta importante. Considerando la pluralità di significati, infatti, è possibile donare questo simbolo sia a chi è fortemente credente sia a coloro che non hanno credenze religiose radicate.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli