Come aiutare canili e gattili in inverno

Come aiutare canili e gattili in inverno

Canili e gattili, come aiutarli con l'arrivo dell'inverno: non solo donazioni ma anche coperte e maglioni usati, medicinali, collari e tessuti antifreddo.

Con l’avvicinarsi della stagione invernale, freddo e pioggia possono incidere negativamente sulla qualità di vita di cani e gatti ospiti di strutture e rifugi, in particolare se anziani e con molti problemi di salute. Bene quindi informarsi presso l’associazione di zona se necessita di aiuti e sostegno. Non si parla solo di denaro ma anche di beni primari, molto utili per affrontare gelo e pioggia.

Solitamente sono richieste semplici di materiale facilmente reperibile, rintracciabile all’interno di armadi, cassetti e cantine. Articoli magari destinati alla differenziata ma che potrebbero fare la differenze per cani e gatti, scaldandoli contro l’umido e proteggendoli dal gelo invernale. Basterà aprire le ante del guardaroba e cercare vecchie coperte, trapunte lise, maglioni, magliette, pantaloni magari abbandonati nell’angolo più nascosto. Articoli passati di moda da almeno due o tre decadi, che potrebbero risultare morbidi e avvolgenti per un piccolo anziano in canile.

Non solo perché molte strutture non possono avvalersi del supporto dei volontari, quindi necessitano di tutto: dalle crocchette al cibo umido, dalle cucce alle coperte, segatura per assorbire l’umido della pavimentazione dei box, fino a collari e pettorine. Ma anche antiparassitari, medicinali, collarini antipulci e impermeabili contro il gelo e il vento. Se la distanza non lo consente, e non è possibile fare un giro per tastare dal vivo le necessità del rifugio, è possibile affidarsi al Web acquistando calendari e gadget prodotti dal canile. Oppure effettuando una piccola donazione, anche se minima, utile a migliorare la vita degli ospiti.

Ogni canile, ogni rifugio o gattile, ogni struttura di zona necessita di aiuto o sostegno. Importante informarsi direttamente sui punti raccolta, oppure su staffette e donazioni raccolte da volontari e membri delle associazioni. Senza dimenticare cani di quartiere e colonie feline, piccoli esemplari che spesso gli abitanti e i negozianti di zona nutrono e accudiscono. Se il freddo si fa intenso, con precipitazioni piovose o nevose massicce, assicuratevi possano accedere a zone protette o asciutte. Magari ospitandoli direttamente per qualche giorno, il tempo di superare il momento peggiore dell’inverno.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!