Addio a Camilleri, WWF: grande divulgatore di bellezza e natura

Addio a Camilleri, WWF: grande divulgatore di bellezza e natura

È morto lo scrittore e divulgatore Andrea Camilleri, il WWF ne ricorda l'impegno per la difesa della natura e del territorio siciliano.

Addio ad Andrea Camilleri scrittore, ma anche grande divulgatore di bellezza e natura. Questo il commento del WWF alla scomparsa dell’autore, sceneggiatore, romanziere e drammaturgo italiano, spentosi stamattina alle 8:20, all’età di 93 anni (nato a Porto Empedocle il 6 settembre 1925), presso l’ospedale Santo Spirito di Roma. Un immenso lascito letterario, che si unisce alla forza di un impatto mediatico evidente e a un forte amore per l’ambiente e per la sua Sicilia.

I molti talenti come autore, non limitati ai celebri romanzi sul commissario Montalbano, da soli non completano la figura di Andrea Camilleri. Come ha ricordato il WWF:

Con Camilleri non scompare solo un grande narratore ma anche un grandissimo divulgatore della bellezza e della natura: dalla descrizione dei luoghi e dei paesaggi delle storie del commissario Montalbano traspare un amore senza eguali per la ‘sua’ Sicilia e per tutti i tesori che custodisce, dal punto di vista naturale, paesaggistico e culturale.

Un Camilleri che ricordava con nostalgia la sua “vecchia” Sicilia, quella da lui ritratta all’interno dei suoi romanzi e ora preda dell’abusivismo. Come ebbe modo di affermare lo scrittore siciliano nel 2009, intervistato dallo stesso WWF per il proprio mensile “Ecomondo”:

In Sicilia il paesaggio della mia giovinezza è stato inghiottito dal cemento. La Marinella che descrivo nei miei romanzi, oggi purtroppo è un succedersi di ville abusive.

L’impegno di Camilleri per la natura e la tutela dell’ambiente in Sicilia erano profondi, ha ricordato in chiusura il WWF sottolineando le diverse battaglie intraprese dallo scrittore in difesa del territorio:

L’amore per la natura e per il mare non è testimoniata solo dalla passione del commissario Montalbano per il nuoto. Camilleri si schierò apertamente prima per la campagna contro le trivellazione in Val di Noto e poi a sostegno del referendum contro le trivelle del 2016. Andrea Camilleri mancherà tantissimo a tutti noi; ci mancherà la sua intelligenza, la sua capacità di sintonizzarsi con il presente anche quando raccontava storie del passato, il suo dono di raccontare emozioni senza tempo e anche il suo coraggio nell’andare contro corrente.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Opera2030 Open Day II “Truth News and Good Actions”