Addensanti naturali: quali sono, usi in cucina e in cosmetica

Addensanti naturali: quali sono, usi in cucina e in cosmetica

Fonte immagine: Istock

Gli addensanti naturali sono additivi alimentari che aumentano la densità dei liquidi: ecco una lista dei più facili da trovare.

Gli addensanti naturali sono disponibili ovunque e sono molto utilizzati in cucina e cosmetica per aumentare la viscosità dei liquidi: ogni addensante ha una sua specifica applicazione e vanno conosciuti bene per sapere come sfruttarli al meglio; ecco, dunque, una lista dei più popolari in commercio.

Addensanti naturali: quali sono?

Addensanti naturali: quali sono?

La nostra lista di addensanti:

  • Agar Agar: composto derivante dalle alghe rosse, negli ultimi tempi sempre più in voga in ambito culinario. Questo perché, date le sue proprietà addensanti e gelificanti, è un perfetto sostituto per ingredienti di origine animale, quali la colla di pesce, e quindi compatibile con le sempre più gettonate diete vegetariana e vegana.
  • Arrowroot: fecola che si ottiene dalle radici della pianta sudamericana chiamata Maranta, e serve a migliorare la compattezza e la digeribilità degli alimenti, oltre che naturalmente come addensante.
  • Amido di riso: utilizzato soprattutto come addensante e per la preparazione di ricette senza glutine. Sostituibile anche con la farina di riso, che ormai è presente in quasi tutti i supermercati.
  • Amido di mais: anche detto maizena, è perfetto per addensare sughi e salse: va benissimo per budini, dolci, salse, minestre e zuppe.
  • Farina di carrube: normalmente usata per contorno occhi, prodotti per le gambe, gel capelli, dentifrici. I gelificanti sono molto usati in cosmesi anche per stabilizzare la fase acquosa delle emulsioni.
  • Umeboshi: è un condimento ottenuto tramite prugne giapponesi conservate in salamoia, si può usare per insaporire i piatti sostituendo contemporaneamente sale e aceto, ma funziona bene anche come addensante per sughi, salse e creme spalmabili.
  • Amido di Tapioca: nota anche come manioca, questo arbusto è originario dell’America centro-meridionale e l’amido viene estratto dalle radici, utilizzato come addensante in preparazioni dolci e salate, l’amido di tapioca deve essere aggiunto in piccole dosi alle ricette, perché ha un’altissima viscosità.
  • Farina di semi di lino: ricca di fibre che, a contatto con l’acqua, ne assorbe buona parte gonfiandosi tanto e velocemente: questa caratteristica la rende perfetta come addensante.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 cibi ricchi di vitamina C (video)