Acido ialuronico: proprietà, caratteristiche e impieghi

Acido ialuronico: proprietà, caratteristiche e impieghi

Fonte immagine: Istock

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali dei tessuti umani, serve a mantenere la pelle resistente e in forma. Una sua mancanza determina un indebolimento della pelle promuovendo la formazione di rughe e inestetismi. Usato e abusato, in questo articolo si cerca di fare chiarezza sulle sue proprietà e i suoi impieghi. Acido ialuronico: come […]

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali dei tessuti umani, serve a mantenere la pelle resistente e in forma. Una sua mancanza determina un indebolimento della pelle promuovendo la formazione di rughe e inestetismi. Usato e abusato, in questo articolo si cerca di fare chiarezza sulle sue proprietà e i suoi impieghi.

Acido ialuronico: come si usa?

Acido ialuronico: come si usa?

Iniziamo con il dire che l’acido ialuronico è il più importante elemento del tessuto connettivo, la struttura di “riempimento” del nostro corpo; si può trovare:

  • nella pelle
  • nell’occhio
  • nelle articolazioni
  • nelle cartilagini e nei tendini.

La sua particolare struttura chimica gli dona numerose proprietà che lo rendono particolarmente utile sia in campo medico che estetico. La sua capacità di legare acqua ed altre sostanze da infatti origine a gel protettivi, particolarmente utili per la cute e le articolazioni. In commercio esistono oltre 160 derivati, distinti essenzialmente in base al loro peso molecolare:

  • Alto
  • Medio
  • Basso peso molecolare.

Viene utilizzato prevalentemente per il trattamento a base di filler, per colmare e spianare le rughe del viso. Il preparato viene iniettato dal medico con un piccolissimo ago appena al di sotto delle rughe da trattare. L’effetto riempitivo è variabile e dipende dal tipo di pelle e dalla qualità e quantità di acido ialuronico utilizzato.  Il risultato estetico non è permanente, a causa del progressivo riassorbimento della sostanza che rende necessaria la ripetizione periodica dell’intervento all’incira ogni 2-12 mesi a seconda dei casi. Può essere anche applicato attraverso delle creme: si deposita sulla nostra pelle formando una sottospecie di pellicola che protegge la nostra pelle dalle aggressioni esterne.

L’utilizzo di acido ialuronico trova applicazione anche nella correzione di altri difetti estetici: per esempio serve per colmare piccole cicatrici o per conferire pienezza e turgore a labbra sottili. In quest’ultimo caso si utilizza un preparato con una concentrazione di acido ialuronico più elevata. Alcune ricerche hanno inoltre dimostrato che questo particolare tipo di acido è coinvolto anche nei processi di proliferazione ed accrescimento di peli e capelli, aprendo nuovi orizzonti nell’impiego cosmetico di questa importante sostanza. Gli utilizzi sono davvero tantissimi ma variano naturalmente a seconda dei casi, ecco perché è indispensabile prima di prendere una decisione a riguardo di recarsi da un medico per un consulto. Un’ultima chicca che non tutti conoscono: l’acido ialuronico viene usato anche nella chirurgia oftalmica, otologica, oculare e nei processi di cicatrizzazione e rigenerazione tissutale (uno dei principi principali presenti in Connettivina, per intenderci).

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Mercedes-Benz VISION AVTR: video dell’elettrica del futuro ispirata ad Avatar