• GreenStyle
  • Pets
  • 14 leoni scappano dalla riserva africana: è allarme tra i residenti

14 leoni scappano dalla riserva africana: è allarme tra i residenti

14 leoni scappano dalla riserva africana: è allarme tra i residenti

Fonte immagine: Pexels

14 leoni sono fuggiti da una riserva africana, aggirandosi fra i centri abitati: succede in Sudafrica, le autorità hanno richiesto il massimo dell'allerta.

Un branco di leoni è fuggito dalla riserva naturale del Kruger National Park, addentrandosi nelle aree abitate nei pressi della mina di Phalaborwa Foskor. È quanto sta accadendo in queste ore in Sudafrica, dove è scattata l’allerta per i residenti: questi grandi felini non sarebbero infatti abituati alla presenza umana e, di conseguenza, potrebbero reagire per difesa se disturbati o minacciati.

La fuga degli animali è avvenuta nelle vicinanze con il confine del Mozambico e, al momento, non è chiaro come siano riusciti ad abbandonare la zona. Il Kruger National Park, una delle riserve naturali più importanti ed estese del mondo, prevede infatti lungo il suo perimetro delle reti di protezione, non è quindi dato sapere come i leoni possano aver superato questa barriera. All’interno della riserva – estesa per ben 19.485 chilometri quadrati – vivono le più varie specie animali, protette dall’azione dell’uomo e soprattutto dai bracconieri.

Le autorità hanno già avvisato tutti i residenti delle zone limitrofe al parco, chiedendo “il massimo dell’allerta”, specificando come i 14 leoni non debbano essere avvicinati né, ovviamente, maltrattati oppure uccisi.

In particolare, la fuga sta generando panico fra gli abitanti di Phalaborwa, dove già in passato ci sono state incursioni da parte di questi felini. Mahira Masakwameng, un residente locale, ha così spiegato ai microfoni di BBC:

Le persone hanno paura perché, a differenza di altri animali che abbiamo visto per le strade negli ultimi anni, sappiamo che i leoni tendono ad attaccare quando entrano in contatto con l’uomo.

Vi è però un problema di gestione non di poco conto, così come spiega Ike Phala, uno dei portavoce del parco. Riportare i leoni nella loro riserva d’origine potrebbe essere difficoltoso, perché la fuga potrebbe sottendere un problema di territorialità. Non si esclude, infatti, che sia stato un altro branco di leoni a cacciare questi 14 esemplari. Si pensa, quindi, di trasferirli in un altro parco non appena identificati, proprio per evitare il ripetersi di un’analoga situazione.

Fonte: BBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un leone molto affettuoso