11 piante rampicanti per balcone e giardino

11 piante rampicanti per balcone e giardino

Fonte immagine: Pixabay

Sempreverdi, fiorite, decorative, profumate: ecco come scegliere la pianta rampicante da esterno più adatta alle proprie esigenze.

Coltivare una o più piante rampicanti può rappresentare la soluzione ideale per circondarsi di verde e di colore anche quando non si ha molto spazio a disposizione in senso orizzontale, oppure quando è necessario creare pareti divisorie “naturali” tra due giardini o due balconi, optando per una scelta efficace ma anche molto decorativa.

Non tutte le piante rampicanti sono uguali ma conoscere bene le differenze, informandosi sulle caratteristiche di coltivazione e di cura, aiuta a farle crescere rigogliose e a scegliere la specie più adatta a un determinato habitat. Ci sono rampicanti, ad esempio, adatte alle zone di penombra e ai muri poco illuminati dalla luce solare, mentre altre non sono autonome e hanno bisogno di avvolgersi a supporti di forme precise per estendersi verso l’alto. Ecco una ricca selezione di rampicanti da esterno, piante verdi o in grado di produrre fiori di vario tipo.

Edera comune

Edera

Una delle piante rampicanti sempreverdi meno difficili da coltivare, l’edera comune, cresce bene anche nella stagione fredda e all’ombra. Le sue radici riescono ad aderire a vari tipi di superficie, rivestendo muri e pareti ma anche gazebi e altre strutture. Ha bisogno di innaffiature regolari nel periodo estivo, temendo molto il clima secco, mentre in inverno è possibile bagnarla con molta meno acqua.

Passiflora

Passiflora

In Italia si coltiva solitamente la passiflora caerulea, una specie che resiste bene anche alle basse temperature invernali. È una pianta rampicante che fiorisce durante l’estate diventando ricca di fiori caratteristici, larghi anche una decina di centimetri. È spesso usata per coprire pergolati, muri e altri tipi di barriere e può essere anche coltivata in vaso, una soluzione che la rende adatta anche al balcone soprattutto se supportata da una griglia verticale.

Gelsomino

Gelsomino

Il gelsomino rampicante è una pianta molto versatile e si adatta bene sia in giardino sia in terrazzo, purché venga garantita una buona illuminazione solare. Viene anche usata per creare siepi ornamentali e per creare barriere naturali, ma è necessario proteggerla quando il clima è gelido creando una copertura adatta.

Glicine

Glicine

Il glicine è una pianta rampicante molto scenografica ma anche molto florida, in grado di proliferare facilmente producendo i caratteristici fiori di colore viola, bianco e rosa. È abbastanza semplice da coltivare ma richiede sostegno che la aiuti a superare i limiti creati dal suo fusto flessibile.

Bouganville

Bouganville

Pianta rampicante sempreverde, la bouganville si adatta alla coltivazione in balconi e giardini molto illuminati e riesce a resistere anche a climi caldi e torridi.

Può essere coltivata in piena terra ma anche in vaso e diventa molto decorativa grazie ai suoi fiori circondati da foglie dai colori intensi.

Caprifoglio

Caprifoglio

Il caprifoglio rampicante è molto rigoglioso e vanta la capacità di svilupparsi in verticale molto rapidamente, raggiungendo i cinque metri d’altezza. Fiorisce a ottobre ed è preferibile piantarla in giardino o dentro vasi sufficientemente grandi nel periodo compreso tra settembre e maggio.

Clematis

Clematis

Si adatta bene sia ai balconi sia ai giardini, da coltivare anche in vaso. Molto robusta, la clematis riesce a insinuarsi anche tra altre piante senza tuttavia provocare danni o soffocare gli altri fusti.

Plumbago

Plumbago

Pianta rampicante sempreverde, il plumbago è chiamato anche “il gelsomino azzurro” grazie agli splendidi fiori celesti. È molto duraturo ma in estate deve essere innaffiata in modo regolare, soprattutto se coltivata in vaso.

Begonia pendula

Begonia

Tra le varie specie di begonia, quella pendula o cascante ha un portamento ricadente e si rivela ideale per ornare vasi sospesi posti in posizione elevata. Riesce a crescere rigogliosa purché coltivata in zone esposte al sole.

Camelia

Camelia

La camelia può essere coltivata in giardino anche al fine di creare siepi o spalliere naturali, scegliendo tra le varie specie perfette per adornare giardini e parchi. Sono caratterizzate da foglie lucide e da fiori di vari colori molto appariscenti.

Dipladenia

Dipladenia

Coltivata spesso su vasi sospesi o come pianta rampicante in giardino, la dipladenia vanta fiori colorati ma necessita di supporti come reti, griglie o tutori per potersi adagiare. La sua crescita è molto rapida, quindi la pianta richiede diverse potature soprattutto all’inizio della primavera e in autunno.

Seguici anche sui canali social