10 Ricette col Topinambur da provare questo inverno

10 Ricette col Topinambur da provare questo inverno

Fonte immagine: Bonchan via iStock

Il topinambur è un tubero dall'aspetto singolare e dal sapore unico: poco utilizzato, è un prodotto dalle molteplici proprietà nutritive e benefiche.

Il topinambur è un tubero dalle molteplici proprietà: noto come Helianthus tuberosus, è conosciuto anche come rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme. È un alimento sano, gustoso, adatto per chi soffre di diabete oppure è celiaco. Grazie all’alta presenza di fibre, riesce ad abbassare il livello di assorbimento da parte dell’intestino di zuccheri e colesterolo, inoltre è una buona fonte di vitamine A e B.

Originario dell’America settentrionale, racchiude il sapore della patata e del carciofo: è un tubero singolare con un buon apporto di sali minerali – in particolare di potassio – con poche calorie, ma in grado di contrastare i radicali liberi, combattere la stitichezza e la spossatezza, accelerare il metabolismo e aumentare le difese immunitarie. Dal formato piccolo ma dal grande valore, si può consumare sia cotto che crudo.

Preparazione di base

Il topinambur si può gustare sia crudo che cotto, basta pulirlo preventivamente sotto l’acqua corrente utilizzando una spazzola per eliminare il terriccio, dopodiché nel primo caso si può affettare o grattugiare mantenendo la buccia sottile. Nel secondo caso, si può bollire in acqua salata per circa 20 minuti, scolandolo e sbucciandolo accuratamente quando sarà tiepido. Si può cuocere in forno, oppure friggere o cuocere a vapore: basta eliminare la buccia di copertura.

Chips gustose

Topinambur

Si pulisce il topinambur e lo si taglia a fettine sottili da immergere in acqua fredda per circa 30 minuti: le si asciuga e infarina singolarmente, dopodiché si frigge tutto con olio caldo, rosmarino, uno spicchio d’aglio e una spolverata di pepe rosso. A doratura avvenuta si insaporiscono con una presa di sale.

Topinambur saltato

Si pulisce il topinambur e taglia a fette sottili, quindi si fa rosolare in padella un cipolla rossa tagliata sottilmente. Si lascia ammorbidire con l’aggiunta di poca acqua, si mescola e si fa saltare a fuoco vivace insaporendo con poco sale. A cottura ultimata si può servire con una spolverata di prezzemolo fresco tritato, pepe rosa o di rosmarino.

Vellutata con zucca

Topinambur

Due sapori che ben si sposano, quello della zucca e del topinambur: basta pulire, sbucciare e affettare la prima con qualche patata tagliata a tocchetti, si può cuocere in forno oppure in una pentola con l’aggiunta di brodo vegetale, una foglia di alloro, mezza cipolla e una spolverata di noce moscata. A parte insaporite il topinambur, pulito e tagliato a tocchetti, con dell’aglio e del rosmarino, facendoli saltare in padella e ammorbidendo con del brodo vegetale. Si uniscono i due composti e si prosegue nella cottura, si insaporisce con sale e pepe e si frulla, dopo aver eliminato gli aromi. Si serve la vellutata con una spolverata di pepe nero, qualche goccia di panna veg.

Insalata golosa con noci

Una soluzione veloce per accompagnare il secondo, o come mini antipasto goloso: basta pulire e affettare il topinambur creando fettine sottili, mentre a parte si tagliano i pomodorini datterini. Si versa tutto in una insalatiera capiente con l’aggiunta di rucola o valerianella, un trito di noci e un succo ricavato dall’unione di olio, limone ed un pizzico di sale. In alternativa, si possono unire le carote tagliate à la julienne.

Risotto autunnale

Topinambur

Si fanno saltare in padella una manciata di funghi puliti e affettati, nonché un cipollotto a rondelle, uno spicchio d’aglio, il topinambur pulito e tagliato a cubetti, una foglia di alloro, nonché dell’olio d’oliva. Si lascia ammorbidire con poco brodo e si aggiunge il riso, che si fa saltare velocemente. Si prosegue nella cottura con l’aggiunta di altro brodo vegetale e un rametto di rosmarino. A cottura avvenuta si può mantecare con del formaggio grattugiato, una spolverata di pepe nero e sale servendolo caldo.

Insalata mele e gorgonzola

Una variante davvero di carattere è l’insalata con topinambur, gorgonzola e mele: si pulisce il primo e lo si affetta sottilmente, dopodiché lo si mescola con una mela sbucciata e affettata e un sedano rapa tagliato a tocchetti. Si ammorbidisce con acqua e limone, si scola e si mixa in una grossa insalatiera con dell’indivia tagliata a listarelle sottili, a cui aggiungere un trito di noci. Per il condimento si frulla l’olio con l’aceto di mele, poco gorgonzola, sale e pepe nero.

Purea

Topinambur

Facilissima e veloce, la purea è l’ideale per grandi e piccini: basta pulire, sbucciare e lessare patate e topinambur, immergendole in brodo di verdure, dopo circa 30 minuti si scola il tutto conservando il brodo. Si mescolano i tuberi con il passaverdure oppure con il frullatore, inoltre si può amalgamare la crema ottenuta con il brodo conservato facendo cuocere su fiamma bassa. Quando sarà pronto si può aggiungere olio d’oliva, pepe nero, timo e una spolverata di noce moscata, in alternativa si può ammorbidire con latte veg.

Topinambur al forno

Si pulisce e affetta come di consueto, dopodiché si dispongono le fette sopra della carta da forno con una spolverata di sale, pepe e formaggio grattugiato. Si serve caldo e croccante.

Pasta con topinambur

Topinambur

Preparate la pasta come di consueto, mentre in una padella fate saltare della cipolla di Tropea con olio, aglio e peperoncino rosso, dopodiché aggiungete il topinambur lavato e tagliato a pezzetti sottili. Mescolate e ammorbidite con brodo di verdure, proseguendo nella cottura. Quando il tutto sarà quasi pronto, unite delle mandorle e del prezzemolo tritato, fate saltare il tutto, versate la pasta con poca acqua di cottura e del formaggio grattugiato. Servite caldo con una spolverata di pepe nero.

Crema di topinambur

Una soluzione veloce per preparare i crostini per l’aperitivo casalingo: basta sbucciare e grattugiare il topinambur ammorbidendolo con succo di limone, mezzo avocado maturo, peperoncino e pepe. Si frulla e si spalma sui crostini appena tostati, rifinendo con semi di sesamo saltati in padella oppure un trito di nocciole.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Mozzarella fatta in casa, ricetta