Vellutate, creme e zuppe per l’estate: sembra assurdo, ma l’opzione può risultare utile per contrastare con leggerezza il caldo afoso. Proprio quando la temperatura è alta e la fame scarseggia, una vellutata estiva può garantire il giusto nutrimento e una buona idratazione. Sono facili da preparare e immediate, veloci da servire in tavola e ottime per accontentare tutte le richieste. Si possono gustare accompagnate da crostini croccanti, pane tostato o verdure tagliate a listarelle sottili. Servite in tavola sia fredde che leggermente tiepide, da realizzare utilizzando i prodotti di stagione per ricette vegetariane e vegan piene di bontà.

Inoltre la scelta di offrire questo genere di portata ritemprante è un’ottima soluzione per chi vive con bambini piccoli, spesso restii a mangiare frutta e verdura. L’ideale è apparecchiare la tavola con un tessuto colorato magari in contrasto con una serie di zuppe vegetariane da servire, disponendo le pietanze al centro del piano in ciotole capienti. A cui tutti potranno attingere servendosi con un mestolo, così da testare le diverse combinazioni anche vegan, sperimentando un pasto colorato e salutare. Per i piccini, potrebbe risultare divertente disporre mini coppette, così da rendere facile la degustazione. Magari accompagnando il tutto con crostini di pane o pane a fette tagliato con le formine, un modo spiritoso per immergere le sagome nella vellutata.

Zuppe fresche e golose

Velocissima e gustosa è la crema di zucchine, piselli e curry, che si può realizzare lavando e affettando due zucchine e una cipolla. Versate tutto in una pentola con acqua, seguito da una tazza di piselli freschi e lasciate cuocere, aggiungete il sale a ebollizione e un pizzico di curry. Frullate dopo quindici minuti di cottura, mescolate un vasetto di yogurt bianco oppure tre cucchiai di panna vegetale, ancora mezzo cucchiaio di curry e amalgamate con cura. Se necessario, scaldate per qualche minuto, completate con una spolverata di pepe e lasciate raffreddare. Servite tiepido con formaggio grattugiato e finocchietto selvatico. Se invece amate i peperoni tagliateli, puliteli e lasciateli cuocere in forno, quindi eliminate la pelle, versate in padella con due pomodori tagliati a pezzi, uno spicchio d’aglio, lasciando ammorbidire con poco brodo di verdura. A cottura ultimata frullate, guarnite con un filo d’olio, qualche cappero tagliato a pezzettini e due foglie di basilico, servendo tutto tiepido.

Tra le proposte estive più invitanti non può certo mancare il gazpacho, tipica zuppa fredda spagnola con verdure crude, erbe aromatiche e pane raffermo. Il gusto è deciso ed è una pietanza invitante e rinfrescante. Ottima la zuppa fredda ai cetrioli, indicata per sfruttare uno dei protagonisti estivi. Si ottiene pulendo e sbucciando due cetrioli da frullare con il succo di un limone, una presa di sale, a piacere uno spicchio d’aglio, un ciuffo di prezzemolo e qualche foglia di menta. Si può allungare con del brodo vegetale o in alternativa yogurt magro, a piacere si può cuocere o servire direttamente freddo completando con erba cipollina tagliata fine e una spolverata di timo.

Verdura e frutta

La combinazione frutta e verdura non stupirà chi solitamente mescola le parti per ottenere piatti trasversali. Per questo, anche in fatto di zuppe, il binomio è davvero esplosivo, come ad esempio una golosa vellutata di avocado e cetrioli. Dopo aver pulito entrambi, sbucciateli e tagliateli a pezzetti aggiungendo uno scalogno tritato. Frullate allungando con del brodo vegetale, oppure due cucchiai di yogurt di soia; completate con due cucchiai di succo di limone e prezzemolo tritato. Aggiustate di sale e pepe, allungate con brodo freddo e decorate con qualche foglia di prezzemolo e semi di papavero. Interessante anche il mix carota, sedano e mela verde: basterà rosolare in padella con olio d’oliva una cipolla rossa tritata e del sedano tagliato a pezzetti. A seguire la mela e la carota pulite, sbucciate e tagliate a pezzetti, rabboccando con acqua. Si cuoce fino ad ammorbidire il tutto: frullate, salate e servite freddo.

17 agosto 2016
Lascia un commento